Tre consigli Z su Prime Video (guest post)

Torna Lorenzo, il ninja del Zinefilo, e ci regala tre consigli per districarsi nel vastissimo (ma confusionario) catalogo di Prime Video.


Tre consigli Z
su Prime Video

La grande diffusione di piattaforme come Netflix e Prime Video sta portando ad un cambiamento radicale nel modo di guardare la televisione: prima bisognava adattarsi agli orari dei palinsesti, adesso si può comodamente vedere quello che si vuole, quando si vuole, dove si vuole. E mettere in pausa per andare in bagno senza dover aspettare la pubblicità.

Con un catalogo on-demand ormai vastissimo, si direbbe che ci sia solo l’imbarazzo della scelta. Tuttavia, più di prima, gli spettatori si fanno imporre cosa vedere. Esce la serie del momento su Netflix, il nuovo film su Prime Video? Tutti a guardare (anzi, a fare “binge-watching”) e a commentare sui “social”, e poi via con altra roba la cui qualità, nella migliore delle ipotesi, è discutibile. Certo, il passaparola c’è sempre stato, la fuffa pure, ma, probabilmente, quando serviva un minimo di sforzo per selezionare il film (o la serie) che avrebbe potuto incontrare i nostri gusti, certi titoli non li avremmo nemmeno presi in considerazione.

Eppure Prime Video ha una vastissima selezione di ghiotti filmacci, alcuni anche introvabili fino a poco tempo fa, destinati però a rimanere nascosti dietro a robaccia ancora più nociva perché spinta in modo molesto: passo dunque a segnalare due piacevoli thrillerini scovati su Prime Video (più un terzo titolo, secondo me, meno riuscito).


Bad Match (2017)
Scritto e diretto da David Chirchirillo
Guarda su Prime Video
Guarda il trailer
Noleggia su YouTube

Il filone stalker, da Attrazione fatale (1987) in poi, è sempre stato terreno fertile per la produzione di film di bassa lega. I prodotti televisivi, purtroppo, destinati perlopiù ad un pubblico di casalinghe, hanno il freno a mano tirato. Altri, come questo Bad Match, liberi da vincoli di censura, sono invece più interessanti.

La premessa è la solita, la ragazza scaricata dopo una sera che non si rassegna e diventa sempre più molesta. Il protagonista, tuttavia, non è il solito giovanotto coscenzioso (spesso atleta, quasi sempre fidanzato) che paga l’errore di una notte, ma un cazzone che tromba a più non posso grazie ad un’app di incontri. Inaspettatamente, le due parti si invertono in una lento crescendo di follia.

Peccato per la confezione piuttosto modesta, ma lo consiglio agli amanti del genere. Qualcuno poi dovrà spiegarmi perché nei film lavorano tutti nelle agenzie pubblicitarie.


Rapita (Kept Woman, 2015)
di Michel Poulette
Guardalo su Prime Video

Una produzione televisiva, ma piuttosto divertente. L’idea del film non è nuova, è già stata spunto in passato di libri come Room (2010) di Emma Donoghue oppure La coppia perfetta (2016) di B.A. Paris, e chissà quanti altri.

Due giovani fidanzati si trasferiscono in periferia, e il vicino, che si rivela il solito psicopatico, con una scusa riesce ad intrappolare la ragazza in un bunker che ha fatto costruire sotto la propria abitazione, per costringerla ad impersonare la parte della mogliettina devota. Ma lei non ci sta ed iniziano i tentativi di fuga.

Nonostante lo sviluppo della trama non presenti particolari sorprese, il film non annoia e intrattiene piacevolmente lo spettatore.


Sai tenere un segreto? (Can You Keep a Secret?, 2019)
di Elise Duran
Guarda su Prime Video
Guarda il trailer
Noleggia su YouTube
Disponibile in DVD Eagle Pictures dal marzo 2021

Sophie Kinsella è una delle mie autrici preferite. Anzi, tra le donne è l’unica scrittrice che seguo, perché priva della componente acida che sembra non mancare mai nei libri al femminile. Regina indiscussa del genere chick-lit, scrive in modo frizzante e scorrevole. Lo so, voi leggete i libri seri, ma ogni tanto ci si può concedere una lettura poco impegnativa.

Questo film è uno degli originali Prime Video contro cui mi sono scagliato nell’introduzione. Non lo avrei mai guardato se non avessi letto il libro anni fa, e sarebbe stato meglio così.

Già l’adattamento del 2009 di I love shopping (2000), il romanzo più conosciuto della Kinsella, secondo me era poco riuscito: una commediaccia di serie B, ma in zona retrocessione. Eppure, si è potuto fare di peggio.

Il film ripercorre la trama del libro del 2003 in modo piuttosto fedele, ma tutta l’ironia, il brio del romanzo sono stati completamente rimossi. Mettiamo una produzione di livello televisivo e il risultato è una commedia sentimentale degna dei pomeriggi di La5, se non fosse per uno humour pecoreccio buttato lì forse per andare incontro ai gusti moderni (di chi poi?).

Ah, dove lavora la protagonista? Naturalmente in un’agenzia pubblicitaria.

Lorenzo


P.S.
Ringrazio Lorenzo della disponibilità e rimaniamo in attesa di sempre nuove recensioni.

L.

– Ultimi guest post:

Informazioni su Lucius Etruscus

Saggista, blogger, scrittore e lettore: cos'altro volete sapere di più? Mi trovate nei principali social forum (tranne facebook) e, se non vi basta, scrivetemi a lucius.etruscus@gmail.com
Questa voce è stata pubblicata in Guest Post e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

23 risposte a Tre consigli Z su Prime Video (guest post)

  1. Cassidy ha detto:

    Il film con la Daddario lo stanno spingendo su Prime Video, ma credo si venda da solo un po’ per la popolarità della scrittrice (che so avere un vasto pubblico) un po’ per la protagonista, concordo in pieno sull’introduzione, abbiamo sempre avuto il film e il telefilm del momento, ma le piattaforme streaming offrono un’illusione di libertà di scelta, lo spirito critico non va abbandonato con l’abbonamento 😉 Cheers

    Piace a 1 persona

  2. Zio Portillo ha detto:

    Oh, sarò io di coccio ma con Prime Video non trovo un kaiser. Già il menù di Netflix lo trovo parecchio incasinato e tantissima roba interessante la becco per culo dopo interminabili minuti di ricerca. Prime è la brutta copia del già pessimo menù di Netflix. Ti mostrano i super-titoli del momento (o la roba che vogliono che tu veda) e poi ti danno la bussola, due pacche sulla spalla e ti dicono “Arrangiati!”.

    Viceversa, Sky avrà pure titoli triti e ritriti ma ha pure un menù facilissimo, diviso in macro-categorie (che poi diventano sempre più micro) e sopratutto tutti i titoli sono visibili da subito e a schermo intero. Perché non copiare una roba che funziona? Vabbè…

    I due thriller me li sono segnati che in tempo di crisi e co ‘sta penuria di uscite si guarda tutto. Quello della Kinsella mi sa che mi tocca guardarlo per la Daddario… E’ merd@? Non importa, c’è la Daddario e si guarda senza fiatare.

    Piace a 1 persona

    • Lucius Etruscus ha detto:

      La cosa assurda è che spesso e volentieri il meno di Prime mi mette in prima pagina i film che ho già visto: che me li consigli a fare? Li ho già visti! Consigliami quelli che NON ho ancora visto 😀

      Il motore di ricerca è studiato per tirare fuori tutto ciò che NON cerchi, quindi devi farti scaltro: vuoi un film con Michael Douglas? Cerca “Sharon Stone”: scommetti che funziona? 😛

      "Mi piace"

      • Zio Portillo ha detto:

        Ahia… Mi sa che l’addetto ai palinsesti (il Signor Rossi) che sbircia il tuo blog vuole dirti qualcosa. Siccome hai bocciato un film consigliato da Prime, il Rossi velatamente ti consiglia di rivederlo per cambiare in positivo la tua recensione. Se ti arrivano a casa teste di cavallo, conigli bolliti o buste con proiettili, io al posto tuo qualche film consigliato me lo rivedrei!

        Piace a 1 persona

      • Lucius Etruscus ha detto:

        ahaha non ci avevo pensato, ora ci faccio caso! In effetti da settimane è lì in pianta stabile “Anna”, che ho stroncato su instagram e sul CitaScacchi. Tanto è inutile, non cambio idea! 😀

        "Mi piace"

      • Lorenzo ha detto:

        A me piacerebbe che si potessero cercare i film per anno, senza dover rimestare nella mota per trovare i miei amati filmacci vintage 🙂

        Piace a 1 persona

      • Lucius Etruscus ha detto:

        Invece ti toccano banner truffaldini, dove la peggior poveracciata di vent’anni fa viene mostrata come luccicante e sfolgorante filmone moderno 😛

        "Mi piace"

  3. Willy l'Orbo ha detto:

    Appena ho letto “tre consigli Z” ho pensato “questo è un post su misura per Willy”! 🙂
    Un film l’ho visto, Bad Match, e confermo quanto di buono scritto: dura poco, è ben costruito, con buoni personaggi, il “crescendo” non tradisce…promosso!
    “Rapita” l’ha visto anche un mio amico che in sostanza ha confermato quanto affermato sopra, trattasi di film che intrattiene piacevolmente, e in virtù del duplice giudizio incoraggiante lo vedrò senz’altro.
    Il terzo invece forse passo sia perché quello indicato con meno entusiasmo sia perché il genere non rientra proprio nelle mie corde.
    In sostanza questo post di consigli mi è garbato assai (anche perché uno ne può trarre beneficio) e spero in futuro ci siano nuove puntate! 🙂

    Piace a 1 persona

  4. Madame Verdurin ha detto:

    Concordo sul fatto che su Prime non sia facile trovare quello che cerchi, però secondo me è un po’ meglio di Netflix da questo punto di vista, perché ti propone cose simili a quelle già viste, dello stesso genere o dello stesso periodo, a volte in questo modo trovo cose ottime! Grazie mille per i consigli ma questa non è la tonalità di Z che fa per me, io ho in lista Il Pianeta degli Squali e Formiche Giganti assassine invece XD

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.