[Italian Credits] L’attimo fuggente (1989)

Vasquez che si appresta a digitalizzare una VHS!

Continuo a presentare la meravigliosa opera di Vasquez, che tenendo fede al proprio nome si è stretta la fascia in testa, ha imbracciato il suo smart gun ed è scesa nei piani inferiori della stazione di Hadley’s Hope: là dove teneva preziose videocassette sciabordanti edizioni italiane perdute.

Grazie all’acquisto di un semplice cavetto USB di acquisizione audio-video – che raccomando a chiunque voglia seguire le orme della nostra Colonial Marine – Vasquez ha recuperato le proprie VHS dalle insidie dei facehugger della polvere e le ha riportate in salvo, digitalizzando film la cui edizione italiana è ormai dimenticata ma soprattutto condividendo con tutti questo suo patrimonio.

Il film che ci regala questa settimana è L’attimo fuggente (Dead Poets Society, 1989) di Peter Weir, in quell’epoca d’oro in cui Robin Williams faceva filmoni indimenticabili.

Il film è talmente famoso da non aver bisogno di parole di presentazione. Se la memoria mi assiste l’ho visto in famiglia noleggiato in videoteca e ovviamente ci è piaciuto tantissimo. Diversa esperienza è stata per il giovane Ethan Hawke.

Seduto sul divano rosso del “The Graham Norton Show” il 1° giugno 2018, per presentare l’imminente uscita britannica del suo ruolo da protagonista in First Reformed. La Creazione a rischio (2017) di Paul Schrader (film che mi intrigava molto ma che invece mi ha lasciato freddino, malgrado Ethan sia sempre bravissimo), Hawke ci rivela un paio di ghiotte curiosità sul film. La prima è che in tempi recenti i suoi figli sono stati “costretti” dalla nonna a vederlo, essendo una grande storia formativa, e dopo un’ora hanno chiesto «Ma quando arriva papà?» A me Ethan sembra sempre uguale, ma certo aveva 18 anni quando ha girato il film: possibile però che i suoi figli non l’abbiano riconosciuto?

Un texano di 18 anni pronto ad iniziare la sua carriera

Ci racconta poi che le riprese sono state particolarmente stressanti, perché Robin Williams non riusciva neanche a respirare senza fare battute coinvolgendo tutti, tipo lo zio ubriaco che ai matrimoni scoccia tutti quanti. Solo moltiplicato per mille. Tutti ridevano… tranne Ethan Hawke. Non era lì a farsi due risate, era lì per iniziare la sua grande carriera da attore drammatico, e voleva rimanere concentrato sulla parte per sentire il suo personaggio, mentre Williams faceva il buffone a getto continuo. «Più io non ridevo, più lui esagerava. Quello che non capiva è che stavo cercando di fare un buon lavoro: volevo essere Montgomery Clift, lui invece faceva Zero Mostel» (comico americano del passato, credo poco noto in Italia). Finite le dolorose riprese, con il diciottenne Ethan Hawke che è rimasto l’unico dell’intera produzione a non aver riso alle mille battute al secondo di Robin Williams, arriva l’inaspettata conclusione.

«Pensavo che lui [Robin] mi odiasse. Il film è finito e sono tornato a scuola, ma poi ho ricevuto una telefonata da questo grande agente di Hollywood. “Sono l’agente di Robin Williams: lui dice che lei diventerà qualcuno e che le devo fare subito un contratto”. Così Robin Williams mi ha rimediato quello che è ancora oggi il mio agente cinematografico.»

Una lezione per tutti gli aspiranti attori: evitate di leccare il deretano al nome famoso con cui vi capita di lavorare, ma concentratevi nel fare bene il vostro lavoro.

Ecco il video con i titoli di testa del film, finché YouTube non mi cancella anche questo profilo.


Titoli di testa


L.

– Ultimi post simili:

Informazioni su Lucius Etruscus

Saggista, blogger, scrittore e lettore: cos'altro volete sapere di più? Mi trovate nei principali social forum (tranne facebook) e, se non vi basta, scrivetemi a lucius.etruscus@gmail.com
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

25 risposte a [Italian Credits] L’attimo fuggente (1989)

  1. Madame Verdurin ha detto:

    Grazie Lucius, grazie Vasquez! Gran bel film, niente da aggiungere, proprio un classico. Mi viene però un po’ da sorridere a pensare alle grandi velleità giovanili di Ethan Hawke che poi è finito a fare cose come Predestination… Bellissima però la storia dell’agente di Robin Williams che lo chiama.

    Piace a 3 people

    • Vasquez ha detto:

      Ogni volta che vengo ringraziata per questa cosa mi sento in imbarazzo 😅
      Imbarazzo che non diminuisce andando avanti, anzi… Io ci metto solo qualche minuto del mio tempo dopo la digitalizzazione per mandare il tutto a Lucius. È lui che dovete ringraziare.

      Comunque Madame Verdurin stamattina sono io che ringrazio te per avermi ricordato Predestination! Quando penso a Ethan Hawke il primo film che mi viene in mente è Gattaca, che ho adorato, e tendo a dimenticare l’altro.
      Ho trovato Predestination semplicemente magnifico, sia per il paradosso circolare irrisolvibile (i circuiti cerebrali ancora non mi si disincastrano!) sia per il risvolto contro natura ai limiti del disturbo di personalità.
      Mi hai ricordato che devo recuperare il racconto di Heinlein, quindi grazie a te! 😉

      Piace a 2 people

      • Lucius Etruscus ha detto:

        Io appena finito “Predestination” mi sono avventato su Heinlein, trovandolo meno efficace: trovo decisamente più disturbante la scelta narrativa del film, che mi ha sbattuto per terra e sono rimasto senza fiato a lungo… a chiedermi chi fossero mai tutti quegli zombi! 😀 (come già ho avuto modo di raccontare a Madame Venturin, va sempre tenuto conto che quella frase è nata quando “zombi” significava “fantasma”, Romero non aveva ancora cambiato l’immaginario collettivo!)
        Sarà che ho conosciuto Ethan ad inizio carriera, proprio con questo “L’attimo fuggente”, quindi l’ho seguito per tutto il suo corso e l’ho sempre adorato. Il suo “Hamlet 2000” l’ho gustato in sala e l’ho trovato geniale, penalizzato da una pessima distribuzione, anche in film che considero ridicoli come quella paraculata piaciona di “Training Day” comunque Ethan fa il suo porco dovere.
        “Gattaca” l’ho adorato e da anni lo rincorro in TV, dove Mediaset lo trasmette in una splendida pellicola italiana che non riesco a registrare!!
        Hawke mi piaceva quando faceva il giovane innamorato in “Prima dell’alba” (1995) ma anche in “Assault on Precinct 13” (2005), il film che osa rifare ciò che non è rifacibile.
        Recentemente l’ho molto apprezzato in “Good Kill” (2014), dove interpreta un “guidatore di cloni” e si ritrova ad essere un soldato da salotto, che lavora in smart working uccidendo gente dall’altra parte del mondo poi stacca e va a bersi una birra col vicino: ovvio che poi si vada fuori di testa! Ma l’ho adorato anche nella commedia romantica “Juliet, Naked” (2018). Insomma, Ethan dove lo metti brilla ^_^

        Piace a 1 persona

      • Madame Verdurin ha detto:

        Lucius ha ragione, sono rimasta traumatizzata da Predestination e mi ci vorrà un po’ per riprendermi… tutto si può dire ma non che sia un film che si dimentica subito! Sono d’accordo che Ethan abbia talento comunque, è uno degli attori più versatili che conosco, oltre che un bell’uomo, il che non guasta.

        Piace a 2 people

      • Lucius Etruscus ha detto:

        Non gli mancano certo partecipazioni a film decisamente sbagliati – chi ha detto “I magnifici 7”??? – ma è un attore che dove le metti risplende, e a proposito di western il suo “The Kid” (2019) è decisamente un gran bel film, con per lo più due attori provenienti dai magnifici 7 (Vincent D’Onofrio e Chris Pratt) che avevano voglia di dimostrare come potessero fare buoni western malgrado quella robaccia di remake 😀

        Piace a 1 persona

      • Vasquez ha detto:

        Recuperare la filmografia di Ethan Hawke;
        N.B. Prima del 1968: zombie = fantasma.

        Prima o poi deve uscir fuori qualcosa in cui Lucius non sia più che ferrato. Ho fiducia in questo, io. Bisogna pur aver fede in qualcosa, nella vita 😛

        @ Madame Verdurin
        Non c’è dubbio che in ogni caso Predestination sia un film a cui si continua a pensare per parecchio (che secondo me è sempre un pregio). Non è che sia proprio il mio tipo Ethan, ma decisamente brilla in ogni ruolo fin dai tempi di Explorers!

        Piace a 2 people

      • Lucius Etruscus ha detto:

        ahahah per carità, è solo che su alcuni argomenti (tipo il termine “zombi”) studio da anni e quindi so le risposte alle interrogazioni 😀
        Per esempio sono andato a confrontare le tre traduzioni italiane di “Tutti voi zombie” di Heinlein e una di queste traduce proprio “fantasmi” il termine, risultando molto più attinente a quello che voleva dire l’autore all’epoca.

        “Explorers”, che m’hai ricordato!!! Quanti ricordi 😛

        Piace a 1 persona

    • Lucius Etruscus ha detto:

      ahahah parli così perché sei rimasta traumatizzata, la carriera di Ethan Hawke è sterminata ed è passato per tutti i generi, fornendo sempre interpretazioni inappuntabili, anche lì dove la sceneggiatura poteva essere zoppicante 😛

      "Mi piace"

  2. Vasquez ha detto:

    Come sempre grazie a Lucius che arricchisce con aneddoti succosi delle semplici scritte su schermo. Oggi si è alzata di una tacca la mia stima per Ethan Hawke.

    Ricordo benissimo la prima volta che ho visto questo film, che fra l’altro non avevo nessuna voglia di vedere: dai trailer che erano passati all’epoca della sua uscita al cinema sembrava una storia di sport (mostravano i ragazzi in divisa da calcio che portavano Robin Williams in trionfo), e invece…
    La prof di religione, in quarta superiore, scortandoci nell’aula con tv e videoregistratore ci chiese: “Avete portato i fazzoletti?” e io ricordo di aver pensato: “Figurati se piango per questo film!”
    Per fortuna che li avevo portati, i fazzoletti! 😅

    Quanti casini ho combinato, “per colpa” di colpa di questo film!😘

    Piace a 1 persona

  3. Cassidy ha detto:

    Dopo un breve calcolo sono giunto alla conclusione che questo è stato il primo film che ho visto al cinema, quindi ci sono particolarmente legato, questo post poi è pieno di chicche, gran modo per festeggiare la domenica 😉 Cheers

    Piace a 3 people

  4. Willy l'Orbo ha detto:

    Magnifici: il film, che adoro (anche per ovvia deformazione professionale), i credits, gli aneddoti, soprattutto il secondo che dona un epilogo formativo e un lungometraggio già di per sé formativo.
    Se ieri elogiavo Lucius & Cassidy, oggi tocca a Lucius & Vasquez, l’unione fa sempre la forza! 🙂

    Piace a 2 people

    • Lucius Etruscus ha detto:

      Ti ringrazio ma soprattutto ringrazio Graham Norton per regalarci tante dichiarazioni di prima mano dagli attori. Anche se il primo ringraziamento va sempre a Vasquez, alla sua ricchissima videoteca casalinga e alla costanza che sta mettendo nel salvarla sfidando l’oblio localizzato a cui l’ha condannata il digitale 😉

      Piace a 1 persona

  5. Giuseppe ha detto:

    Due preziosità di seguito, oggi: l’aneddoto su Ethan Hawke (grande Robin Williams a premiare la sua professionale scarsa predisposizione al leccaculismo) e i titoli italiani che, pur se qui l’attimo è fuggente, a Vasquez non sono certo sfuggiti (e anche la sua professionalità richiederebbe come minimo un agente che le faccia quanto prima un contratto plurimilionario) 😉

    Piace a 2 people

  6. Sam Simon ha detto:

    Splendido l’aneddoto di Hawke! È tanto che voglio scrivere di questo film, ogni volta che lo rivedo penso sia la volta giusta invece… Il post continuo a covarlo! Ma quando lo farò il link ai titoli italiani ce lo metto di sicuro. :–)

    Piace a 2 people

  7. Kukuviza ha detto:

    Come è possibile non riconoscere Hawke? Uno dei pochi che c’ha ancora quasi la stessa faccia da ragazzino 😀
    Non sapevo dell’aneddoto. In effetti non dev’essere stato facile. Fosse stato un film commedia, uno ti fa ridere e va bene. Ma se devi fare una parte seria, le risate sono proprio distraenti e innervosenti. Ma poi alla fine il vecchio Robin si è fatto perdonare!

    Piace a 2 people

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.