Hard Night Falling (2019) Auguri, Dolph Lundgren!

Oggi compie 64 primavere quel ragazzone svedese che da sempre scalda il cuore di noi amanti dell’action dalla A alla Z: per festeggiare il compleanno di Dolph Lundgren porto alla luce qualcosa che ho scoperto solo ora: il nostro Dolph… è venuto a girare un film a Roma! Ce l’ho avuto sotto casa e non lo sapevo!

Diretto dal catanese Giorgio Bruno, il nostro Dolph ha raggiunto una delle tante ville della provincia romana per girare Hard Night Falling.
IMDb ci informa che il film è uscito in DVD americano già il 10 dicembre 2019, giusto in tempo prima che la pandemia bloccasse tutto, e così la versione italiana esce solamente il 9 luglio 2021, non ho capito bene dove. Presto molta attenzione ai film di Dolph su Prime Video, e solo da poco è uscito fuori questo, anche se a pagamento.

La notte sarà dura, ma pure vedere ’sto film non è stato facile

Il loro era un piano meticoloso, le loro attrezzature del massimo livello, erano ben preparati, intelligenti e spietati. Ma non avevano tenuto conto… dello svedesone che fa malone!
Pur se con le dovute proporzioni, il nostro Dolph in trasferta romana si trasforma in eroe diehardo, per quei cinque minuti in cui appare in video.

Lo svedese diehardo si scalda al sole italiano

Affrontiamo subito l’elefante svedese nella stanza: Dolph Lundgren in questo film non c’è. Si è messo in posa per la foto di copertina, ha fatto una capatina sul set, ha fatto qualche posa da duro per la cinepresa e poi se ne è andato, che aveva di meglio da fare.
Diciamo che tutta l’operazione è stata una scusa per farsi delle “vacanze romane”: me lo vedo Dolph in Vespa per le vie di Roma!

Quindi lo sceneggiatore Alessandro Riccardi e il belga Giorgio Serafini (quest’ultimo l’abbiamo conosciuto nel 2013 per Blood of Redemption, sempre con Dolph) hanno dovuto escogitare un modo per giustificare la presenza/assenza dello svedese.
Così facciamo che un ricco collezionista romano possegga nella sua villa le monete più preziose del mondo o qualche altra baggianata, e che dia una festa di società a cui partecipa anche il poliziotto dell’Interpol Michael Anderson (Dolph nostro) con relativa moglie.

L’Italia è una cuccagna: se beve, se #@# e se magna

Come vuole la tradizione delle feste di Natale nei vari Nakatomi, anche questa festicciola viene rovinata dall’entrata in scena di un folto gruppo di criminali che vuole impossessarsi del tesoro. Come vuole l’altra regola dei film diehardi, anche in questo caso il gruppo è guidato dal cattivo che parla strano, interpretato da Hal Yamanouchi.

Il capo parlerà strano, ma i suoi uomini non è che siano tanto normali

Comincia un girare senza meta per la villa del riccone, dove succede tutto ciò che è facile immaginare succeda in una situazione del genere, con un sacco di comparse promosse a piccoli ruoli data la situazione d’emergenza: l’emergenza… è che l’eroe diehardo è assente ingiustificato!
A parte un totale di forse cinque minuti, frammentati in varie brevissime scene non certo apprezzabili, Dolph scompare dal film: è un eroe diehardo così nascosto… che non lo vede nessuno! In compenso lascia la sua collega Emma (Natalie Burn) a fare le sue veci.

La comparsa a cui appiopparono il ruolo di protagonista d’azione

L’attrice ucraina fa un’apparizione in Hollow Point (2019) ma in realtà l’abbiamo conosciuta bene in Acceleration (2019), guarda caso anche qui un film dove Dolph è in locandina ma si ritaglia solo un piccolo ruolo, per lasciar spazio completo all’eroina d’azione di Kiev.
Natalie se la cava bene, ha la grinta giusta ma non può fare miracoli, anche perché qui ha molto meno spazio rispetto ad Acecleration, dov’era eroina totale. Qui è solo la collega del poliziotto protagonista che, scomparso il poliziotto, deve inventarsi qualcosa: davvero un po’ pochino. Comunque rimane l’eroina d’azione del film: uno spazietto in locandina potevano pure darglielo.

Un’eroina d’azione lasciata nell’ombra

Un film d’azione prodotto e diretto da italiani non è qualcosa che riesca a vedere la sufficienza anche solo da lontano: attori improvvisati, un doppiaggio che definire criminale è poco, la grande cura nello sbagliare tutte le inquadrature e il montaggio di ogni scena d’azione, e potrei andare avanti a lungo. Ma non ha senso: è un film d’azione italiano… non c’è bisogno di aggiungere altro.

Sono contento per Dolph che s’è fatto una vacanza romana e per Natalie Burn che continua a fare gavetta e potrebbe benissimo essere la prossima eroina d’azione della serie Z, ma certo Hard Night Falling nel sotto-genere dei film diehardi sta all’ultimo posto, e abbassa parecchio la media.

L.

– Ultimi film con Dolph:

Informazioni su Lucius Etruscus

Saggista, blogger, scrittore e lettore: cos'altro volete sapere di più? Mi trovate nei principali social forum (tranne facebook) e, se non vi basta, scrivetemi a lucius.etruscus@gmail.com
Questa voce è stata pubblicata in Action e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

11 risposte a Hard Night Falling (2019) Auguri, Dolph Lundgren!

  1. Cassidy ha detto:

    Avevo il compleanno segnato sul calendario ma non sono riuscito a preparare niente, chissà quanto Fernet avrà consumato nella sua vacanza Romana il nostro Dolph, qui in versione Die Hard Dolph, speriamo che non prenda troppo le abitudini di Bruce Willis per le apparizioni da pochi minuti nei film però. Auguri Dolph! 😉 Cheers

    Piace a 1 persona

    • Lucius Etruscus ha detto:

      Purtroppo l’età avanza e la “brucewillitudine” incalza, eppure sarebbe stato bello un “Dolph Hard” completo: poteva tornare al Nakatomi e vincere tutto, invece ha preferito rimpinzarsi di Fernet a Roma 😀

      "Mi piace"

  2. Willy l'Orbo ha detto:

    Il mio cuore non può che battere forte per lo svedesone nostro e per un italico film d’azione, tuttavia…avendolo visto…oh mammini. Come hai sottolineato, un prodotto davvero di basso livello, con Dolph quasi invisibile (se ti addormenti, ipotesi non astrusa, 5 minuti rischi di non vederlo) e senza quei colpi di Z che rendono certe opere amabili…
    In ogni caso, auguri Dolph! Ti vorrei bene anche se girassi un video di trap su TikTok! 🙂

    Piace a 1 persona

    • Lucius Etruscus ha detto:

      Noooooo ci manca solo Dolph trap che fa il ggggiovane su TikTok 😀
      (Hai notato come credere, erroneamente, che un social sia “giovane” spinge tutti i non giovani ad andarci a frotte? Mi ricorda una vecchia striscia in cui un anziano andava dal barbiere e chiedeva un “taglio giovane”, e il barbiere gli garantiva che c’era un taglio giovane che piaceva a tutti i vecchi, “insomma, un taglio tipico dei vecchi”. Voler sembrare giovani è tipico di chi non lo è più :-D)
      Chiusa la parentesi, Dolph dimostra d’aver raggiunto il “Livello Bruce Willis”, ora può limitarsi a fare il padre nobile che tanto basta il suo nome a vendere il film. Spero che gli altri suoi titoli in caldo che stanno per uscire siano un po’ meglio di questo 😛

      "Mi piace"

  3. Giuseppe ha detto:

    Anch’io me lo vedo Dolph in Vespa per le vie di Roma, con la Vespa portata sulle spalle 😀
    Peccato però: fosse anche solo per cinque minuti, avrei voluto vederlo diretto da qualcuno meno anonimo come, ad esempio, i Manetti Bros o Mainetti (e allora, in questo caso, ci avrebbe forse guadagnato qualcosina pure l’azione)…

    Piace a 1 persona

  4. Kukuviza ha detto:

    noooooo avevi dolph sotto casa e non lo sapevi! Un momento… siamo sicuri che le scene in cui c’è lui siano girate a Roma? non è che magari le hanno fatte nel solito palazzone tra i balcani?
    Cmq veramente è da incazzarsi quando fanno operazioni del genere, cioè, almeno metti anche qualcun altro in locandina insieme a Dolph! Come hanno fatto è proprio disonesto.

    Piace a 1 persona

    • Lucius Etruscus ha detto:

      Nella scena iniziale Dolph viene fermato da una volante della Polizia italiana: a meno che non l’abbiano portata in Romania credo che il film sia girato intorno a Roma, come dice l’IMDb. Anche perché così era più facile attirare lo svedesone, promettendogli una vacanza romana tutta spesata 😛
      La locandina è pura truffa, e il film pure -D

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.