Book of Boba Fett (2021) Un inizio deludente

L’unica scena bella di questa serie… è di un’altra serie!

Lo confesso, avevo aspettative molto alte per la prima puntata di “The Book of Boba Fett” di F&F (Jon Favreau e Dave Filoni), troppo alte, ma per fortuna questa intervista mi aveva raffreddato parecchio: se “The Mandalorian” si ispirava al western/chanbara (mille punti guadagnati) questa nuova serie si ispira alle storie di mala (mille punti persi già in partenza): “Gomorra Fett” è riuscito ad essere addirittura inferiore alle aspettative. Le mie, ovviamente.

«Pijàmose Tatooine» (semi-cit.)

Dando per scontato che tutti sappiano che fine ha fatto Jabba the Hutt, e che tutti abbiano visto i trenta secondi finali di “The Mandalorian”, dimostrando già subito una preoccupante pigrizia narrativa di F&F, la vicenda è tutta all’insegna di «Pijàmose Tatooine», manco fossimo in “Romanzo mandaloriano“. Ah, in fondo la serie ha quell’immotivato “Book” nel titolo…

Ma quella è Jennifer Beals! What a feeling…

Sono contento di trovare Jennifer Beals, sempre splendida, ma la prima puntata della serie (29 dicembre) ha quasi del tutto spento il mio entusiasmo per la seconda prova “dal vero” di F&F: dovranno inserire parecchi combattimenti, bevande fantastiche e fanta-fucili per riconquistarmi.

Quello che qui mi interessa è… la resurrezione di Boba Fett.

Bozzetto mostrato nei titoli di coda

Chiedete a chiunque, nel mondo, e vi dirà che Boba Fett è il più grande personaggio mai apparso nella galassia: quindi tutti leggono i fumetti di Star Wars? No, è solo che lo dicono tutti quindi tutti lo ripetono, non avendo la benché minima idea di chi sia Bob Fett: l’unica cosa che sanno è che era morto ne Il ritorno dello Jedi (1983) e i film sono Dio. Nessun altro medium può permettersi di contraddire Dio.
Poi arrivano F&F, che – raccontano nella citata intervista – loro il personaggio lo conoscono eccome, molto prima che arrivasse al cinema, loro al contrario dei fan i fumetti li leggono, e i fumetti sono ufficiali, cioè approvati da George Lucas. Soprattutto quelli che poi sono diventati apocrifi, rigettati da George Lucas.

Una figura si trascina fuori dalle fauci del sarlacc…

Nel marzo 1984 il numero 81 della saga a fumetti “Star Wars” – che non è un omonimo, è proprio la saga a fumetti ufficiale, non una fan fiction, ed è edita dalla Marvel, che è proprio la stessa Marvel di oggi – racconta di come Boba Fett sia sopravvissuto al mostrone sarlacc e sia uscito fuori, trascinandosi dalla sabbia, come ho raccontato nella storia del personaggio.
F&F l’hanno sicuramente letto quel fumetto, che il pubblico italiano dovrà aspettare il 2015 per leggere, in forma di racconto apocrifo (“Star Wars Legends” n. 9 Il ritorno dello Jedi, Panini Comics) e chiaramente ci si rifanno in maniera palese.

Boba che risorge dalla sabbia

Il nostro cacciatore di taglie viene raccattato dagli sciacalli delle sabbie, quei Jawa da cui il titolo del racconto Jawas of Doom, e qui le cose cambiano: nel fumetto il personaggio ha perso la memoria e viene riconosciuto da R2D2, nella serie invece i Jawa lo derubano e se ne vanno. E parte una vicenda onestamente ben poco interessante.

Se da una parte è lodevole il fatto che F&F siano veri fan di questo universo, nel senso che non si limitano al ghetto dei film ma si divertono in ogni  medium, amando Star Wars e tutto ciò che ne parla, dall’altra mi aspettavo un tocco più incisivo, come quello dato ai loro prodotti finora: mi aspettavo maggior voglia di dare un calcio al barile della Galassia lontana lontana per farne cascare qualche bella idea, qualche bel personaggio e via dicendo. Invece abbiamo la solita storia del nuovo padrino in città, con futuri giochi di potere, ricatti, agguati e roba già vista mille volte. Spero di sbagliarmi.

L.

– Ultimi post su Star Wars:

Informazioni su Lucius Etruscus

Saggista, blogger, scrittore e lettore: cos'altro volete sapere di più? Mi trovate nei principali social forum (tranne facebook) e, se non vi basta, scrivetemi a lucius.etruscus@gmail.com
Questa voce è stata pubblicata in SerieTV e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

21 risposte a Book of Boba Fett (2021) Un inizio deludente

  1. Wolvie75 ha detto:

    Il problema è che F&F hanno dimostrato già i danni che possono fare su quella porcheria di Mandalorian. Purtroppo non mi aspetto un granché per il prosieguo della serie 😞

    Off topic: buon anno!!!

    Piace a 1 persona

    • Lucius Etruscus ha detto:

      Ti rispondo qua che l’altro era palesemente un tuo clone 😀
      Io ho molto amato gran parte di “The Mandalorian”, ma è anche vero che io non sono un fan di Star Wars, disprezzo profondamente le due ultime trilogie e pure quella classica ho smesso di amarla compiuti 15 anni! Quindi sono un estraneo a questo universo, ma quando vedo F&F rifarsi a canoni classici di tutto rispetto e portare un po’ di sana cazzutaggine in un universo bambinesco, coi pupazzetti che fanno i versi, non posso che esserne content.
      Anche questo Boba Fett dimostra una maturità diversa dalle bambinate dei film, e sicuramente si rifà a temi adulti, il problema è che si rifà a temi che non mi piacciono, tipo il Padrino e le storie di salita al potere criminale. Però apprezzo almeno che non siano scesi a parlare di bambini e pupazzetti urlanti 😀

      Piace a 1 persona

  2. Cassidy ha detto:

    Sicuramente F&F hanno tenuto conto dei fumetti e trovo buffo che tanti su “Infernet” si stiano lamentando che Boba qui non sarà un cacciatore di taglie cazzuto ma un gangster, dopo 1) essersi esaltati nel vederlo sedere sul trono di Jabba (fatto fuori il Re fasullo Bib Fortuna) 2) avere ignorato per anni i fumetti dove Boba era un cacciatore di taglie cazzuto 😉 Detto questo ho visto un po’ di pigrizia nella regia di Robert Rodriguez, forse non mi sarei giocato subito il suo nome per una puntata introduttiva, per il resto Jennifer Beals resta sempre un bel vedere ed io credo che il piano di F&F sia un altro: diamo il mitico “posto fisso” a Boba, rendiamolo Re su Tatooine e teniamo conto di lui nelle prossime serie, una promozione che si guadagnerà sul campo, per uno che, secondo i fan che tengono conto solo dei film, era già un personaggio chiave pur essendo comparso in scena due minuti. Mi sono fatto questa idea poi parola ad F&F, vedremo che piani avranno, a preoccuparmi davvero è il tocco Disney alla tostaggine di Boba. Cheers!

    Piace a 2 people

    • Lucius Etruscus ha detto:

      Sarei felicissimo di scoprire che F&F hanno dei piani per Boba, e tenerlo in caldo per future storie sarebbe un’ottima idea.
      In effetti la Galassia lontana lontana ha una percentuale di cacciatori di taglie per metro quadro un po’ troppo altina, forse è un bene distinguere Boba dalle decine di altri bounty hunter che sono nati e cresciuti nel frattempo. Tutti ovviamente ignorati dai fan, che non leggono fumetti né romanzi.
      Comunque lo dico qui: se F&F in questa serie ci buttano dentro Bossk, mi rimangio tutto e vado in pellegrinaggio a ringraziarli ^_^

      Piace a 1 persona

      • Cassidy ha detto:

        Spero davvero di Bossk 😉 Penso che per Boba abbiano in testa un’evoluzione in stile Darth Maul, abbiamo dobuto sacrificare la sua silenziosità in favore di un personaggio che ora parla, anche tanto, ma resta uno dei cattivi migliori in circolazione, un ottimo modo per recuperare allo spreco di bei personaggi fatto da Lucas. Cheers!

        Piace a 1 persona

      • Lucius Etruscus ha detto:

        In effetti Padron George era un fenomenale sterminatore di ottimi personaggi: li creava e li curava unicamente per poi sopprimerli nella culla! Almeno quando Pazzo Scott uccide i suoi personaggi (tipo gli Ingegneri) uno è contento, perché erano stupidi, invece Darth Lucas uccide solo i personaggi migliori 😀

        "Mi piace"

  3. Austin Dove ha detto:

    Buon 2022^^
    Peccato e dire che dalle pubblicità sembrava la prossima supermegaserie. Allora che lascino in pace il franchise e continuino coi cartoni: quelli sono molto amati!

    Piace a 1 persona

    • Lucius Etruscus ha detto:

      Per carità, magari sono l’unico ad aver storto la bocca, anche perché in fondo sono un NON fan di Star War e non mi piacciono le storie di mala alla Gomorra. E comunque anche i cartoni sono il franchise, come ogni altro medium 😉

      "Mi piace"

  4. Lorenzo ha detto:

    Buon 2022, che sia ricco di filmacci 😀

    Piace a 1 persona

  5. Willy l'Orbo ha detto:

    Sono molto curioso di vedermi la prima puntata, e presto lo farò, così poi sarò in grado di dirti se condivido la delusione per un’eventuale partenza fiacca; detto ciò, confesso la mia debolezza: già rivedere il sarlacc, una delle mie creature preferite, è un’emozione rigenerante, un ottimo viatico per la serie e per il 2022! 🙂

    Piace a 1 persona

    • Lucius Etruscus ha detto:

      Purtroppo del sarlacc si vede poco ed è un peccato, sarebbe stato meglio averlo in scena più a lungo: a quando la serie “The Book of Sarlacc”?
      Fammi sapere che ne pensi: io non conto, che le storie di mala non mi piacciono 😉

      Piace a 1 persona

      • Willy l'Orbo ha detto:

        Considerando che a me invece le storie di mala garbano…sono fiducioso!
        E comunque spero che arrivi il momento di “The Book of Sarlacc”…per me sarebbe un sogno…e so benissimo che resterò tale! Ahahaha! 🙂

        Piace a 1 persona

  6. Sam Simon ha detto:

    Ti uso per tenermi aggiornato, un po’ come faccio con RedLetterMedia con Discovery e Picard… :–)

    Piace a 1 persona

  7. redbavon ha detto:

    Inizio sicuramente non spumeggiante, ma anche The Mandalorian all’inizio non mi aveva esaltato. Confido che succeda altrettanto per questo Boba Fett. La metafora con Romanzo criminale mi ha fatto scompisciare dalle risate. Non ho aspettative alte perché, dopo il successo di The Mandalorian, potrebbero ricadere in una minestra riscaldata (per gli anglofili, un “more of the same”), ma sicuramente la vedrò fino alla fine.

    Piace a 1 persona

  8. Giuseppe ha detto:

    Mmmh, che F&F si stiano già stancando? O, meglio, che l’accogliente e amorevole Disney -patria della massima libertà creativa e d’espressione nonché avversa a ogni tipo di censura- li stia già stancando? In ogni caso, non è una prospettiva incoraggiante…
    P.S. Nel 1978 una ragazza tosta, fumettisticamente parlando, c’era: Amaiza Foxtrain, ma ho il sospetto fondatissimo che alla Casa del Topo non l’abbiano mai sentita nominare nemmeno per sbaglio 😉

    Piace a 1 persona

  9. Il+Moro ha detto:

    Ecco, mi hai già fatto passare la poca voglia che avevo di vederlo!

    Piace a 1 persona

    • Lucius Etruscus ha detto:

      Sicuramente il mio giudizio è fallato dalla mia allergia alle storie gomorroidi, e sicuramente con il procedere delle puntate la serie migliorerà, ma certo che se per la prima attesissima puntata, annunciata più di un anno fa, avessero puntato un pochino più in alto di una storiella banalissima… sarebbe stato meglio 😉

      Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.