Armi della settimana 2022-01-02

Siccome sono un pazzo furioso, non pago delle millemila iniziative in cui sono impegnato mi invento quest’altra rubrica: è troppo forte la voglia di condividere le armi in narrativa che mi hanno colpito.

Le foto sono tutte ad alta risoluzione ma non sono “cliccabili”, quindi se volete zoomare dovete aprirle in un’altra finestra.


La citazione della settimana

«La settima pallottola è quella del diavolo. La settima volta sparerà lui al tuo posto anche se sarai tu a premere il grilletto. Ma le altre sei non possono far cilecca. Anche se non hai mai preso in mano un fucile in vita tua.»

Angela Carter, Un fucile per il diavolo (Gun for the Devil, 1993) dall’antologia “Nell’antro dell’alchimista II” (Fazi Editore 2020)


Nel Mare della Tranquillità
nessuno può sentirti sparare…

Avete già visto la miniserie coreana The Silent Sea (2021) su Netflix, con ghiotte e potenti citazioni aliene? Tranquilli, NO SPOILER.

Siamo in un futuro non troppo lontano, e quando i coreani partono per la loro base lunare si portano appresso un pistolone d’ordinanza, che sembra chissà che ma poi onestamente spara come una normalissima pistola: dal futuro mi aspettavo più raggi laser!

Come si vede dalla foto, la pistola appare come un blocco unico con giusto uno “spigolo” mobile per l’espulsione dei proiettili, con tanto di levetta che credo sia la sicura. Come dicevo, sembra una pistola futuristica ma poi spara come qualsiasi pistola dei tempi nostri.

Da Blade Runner (1982) in poi tutte le pistole del futuro devono avere “qualcosa” sotto la canna, e anche i coreani rispettano la regola. Da certe inquadrature sembra che in questo caso sotto la canna potrebbe esserci un mirino laser, ma quand’anche fosse non viene mai usato.

La grafica della fanta-pistola coreana mi intriga, ma usarla poi come una normalissima pistola (ma poi che fanno, lasciano i bossoli sulla Luna? Sporchiamo pure là, no!?!) è un bel po’ deludente.


Supernatural Colt

Cambiamo piattaforma e passiamo a Prime Video, dove per “colpa” dell’amica Vasquez mi sto vedendo la serie TV “Supernatural“: per ora tutte le puntate sono disponibili sulla piattaforma, ma chissà quanto dureranno.

Con mia grande sorpresa nell’episodio 1×21 (26 giugno 2007) entra in scena una pistola speciale, anticipata già nell’episodio precedente.

«Pare che nel 1835, quando passò la cometa di Halley, la stessa notte in cui morirono gli uomini di Alamo, Samuel Colt abbia fabbricato una pistola speciale, per un cacciatore, un uomo solo a cavallo. Secondo la leggenda Colt aveva preparato tredici pallottole, il cacciatore ne utilizzò sei e poi sparì con la pistola. Dicono che questa pistola possa uccidere qualunque cosa.»

Così papà Winchester (Jeffrey Dean Morgan) presenta questa ghiottissima arma che… può uccidere tutt’e ccose!

Mentre John parla vediamo scene incrociate della costruzione dell’arma, la quale porta inciso sulla canna «Non timebo mala», “Non temerò alcun male”, ispirato al Salmo 23.

Non so se sia stato il creatore Eric Kripke o gli sceneggiatori dell’episodio Sera Gamble e Raelle Tucker a creare quest’arma, ma la sua funzione perplime assai: senza i proiettili è inutile, quindi… non è la pistola ad essere magica, come viene detto e ripetuto, bensì i proiettili. Oppure sono pallottole che non funzionerebbero con un’arma normale? Non so se la cosa verrà approfondita nella prossime stagioni, vedremo.

Peccato che la pistola, citata per ben quattro episodi di fila, si veda giusto per qualche secondo e poi esca di scena in un lampo: se qualcuno sa di storie del paranormale dove l’eroe usa una pistola “magica”, mi faccia sapere.


Prendersi uno schioppone

La Blue Swan porta in DVD e Blu-ray il pessimo The Reckoning (2020) di Neil Marshall, ambientato in un vago Paese europeo durante la Peste Nera, ma temo che l’accuratezza storica non sia neanche stata presa in considerazione in fase di stesura del copione.

La protagonista, nella sua rocambolesca fuga dalle segrete del perfido inquisitore, trova un fucile e ovviamente, dato che è una massaia cresciuta nei campi, è perfettamente in grado di caricarvi la giusta dose di polvere da sparo (evidentemente lasciata lì in bella vista), sa come pigiarla nella canna e sa anche che alla fine delle operazioni deve tirare indietro il cane, così da rendere l’arma pronta a sparare. Chi è che non ne sarebbe capace?

Non sono un esperto, e non è ben chiaro in quale periodo storico siamo, ma a me sembra un fucile sin troppo moderno per la peste trecentesca, e anche se fossimo nell’Inghilterra della peste seicentesca l’assenza di miccia è sospetta: che io sappia solamente in tempi a noi vicini sono nati fucili che non avevano bisogno di miccia e bastava premere il grilletto, come invece fa quest’eroina ai tempi della peste.

Al di là della veridicità storica – niente in questo film ce l’ha! – la scena è divertente ed è un peccato che duri solo qualche frazione di secondo, mentre il resto della vicenda è molto più noioso. A volte l’idea buona è lì… a un tiro di schioppo!


L.

– Ultimi post simili:

Informazioni su Lucius Etruscus

Saggista, blogger, scrittore e lettore: cos'altro volete sapere di più? Mi trovate nei principali social forum (tranne facebook) e, se non vi basta, scrivetemi a lucius.etruscus@gmail.com
Questa voce è stata pubblicata in Armi. Contrassegna il permalink.

9 risposte a Armi della settimana 2022-01-02

  1. Vasquez ha detto:

    Contentissima che la mitica Colt di Supernatural ti perplima assai!
    Se non ricordo male è la combinazione Colt + proiettili speciali a dover essere usata per uccidere tutt’e ccose 😀
    Tornerà più e più volte nella serie, insieme ad altre armi (principalmente da taglio) per uccidere le creature “soprannaturali”.

    Piace a 1 persona

    • Lucius Etruscus ha detto:

      Gnam gnam, già pregusto! ^_^
      Anche se quegli infami di Prime Video mi hanno letto e per pura cattiveria fra 13 giorni cancelleranno “Supernatural” dalla piattaforma: grazie, sempre gentilissimi. Poi dice che uno si affida ai pirati…

      Piace a 2 people

      • Giuseppe ha detto:

        Eh, vuoi mettere il vantaggio di aver già visto TUTTA la serie sulla tv generalista, senza dover sottostare alla senilità precoce di chi decide quanto un prodotto debba rimanere disponibile su una piattaforma? 😀
        Seriamente, ma in futuro cos’altro hanno intenzione di fare le brillanti menti di Prime? Cancellare direttamente una serie mentre uno se la sta guardando, forse?
        Andando alle pistole coreane, la situazione mi ricorda un po’ il futuro di Nathan Never: armi dal design accattivante e futuribile, sì, ma poche sono effettivamente del tipo ad energia di fronte ad una maggioranza di “classiche” armi da fuoco… più maneggevoli e potenti, con parecchi colpi a disposizione (rispetto a quelle contemporanee), proiettili senza bossolo, componenti cibernetiche ecc. ecc. ma pur sempre armi da fuoco, appunto.

        Piace a 1 persona

      • Lucius Etruscus ha detto:

        Ricordo moltissimi disegni accattivanti di Nathan Never con fuciloni spettacolari che però erano solo pura tappezzeria. Anzi, nel caso di Legs Weaver nel vero senso della parola, visto che il suo arredamento casalingo dei tempi d’oro era appunto una parete piena di fuciloni, che però per l’appunto rimanevano attaccati alla parete.
        Se per caso ti venisse in mente qualche storia del Musone in cui ci fosse un’arma che non fosse semplice scenografia fammi sapere 😉

        "Mi piace"

  2. Willy l'Orbo ha detto:

    Dalla piuma e la sensibilità di Forrest Gump ad un nugolo di armi scoppiettanti…zinefilo per tutti i gusti! 🙂

    Piace a 2 people

  3. Sam Simon ha detto:

    Quindi dici che non gli devo dare nemmeno una chance al Marshall di The Reckoning? :–(

    Piace a 1 persona

  4. Pingback: Armi della settimana 2022-03-13 | Il Zinefilo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.