Freddy’s Nightmares 5-7 (1988)


Continuano gli episodi della sfortunata serie TV del vostro Uomo dei Sogni preferito: ecco ben tre episodi di Freddy’s Nightmares. A Nightmare on Elm Street: The Series.


Episodio 1×05
Judy Miller, Come on Down

Andato in onda il 6 novembre 1988, questo episodio viene raccolto all’incirca nel 1989 nella terza VHS antologica che la Panarecord porta nelle nostre videoteche, dal titolo Saturday night special horror.

Il regista Tom DeSimone lavorava sin dagli anni Settanta al cinema come Lancer Brooks, poi da questo episodio cambia nome e passa alla TV. Ha girato questo episodio mentre era ancora fresco il suo ultimo film, Angel Killer III: ultima sfida (1988).

Il vostro nuovo gioco a premi preferito

Judy (Siobhan McCafferty) è una casalinga disperata. Vive con il marito poco di buono a casa dei genitori di lui, dove in pratica lei fa la sguattera senza avere alcuna speranza in un futuro migliore… se non vincere alla lotteria o al gioco a premi che segue regolarmente, “Sbanca-tutto” (Beat the House!).

Non ho capito come, ma la donna riesce a partecipare, forse grazie a un incubo di Freddy, e se risponde alla domanda… i suoi suoceri verranno torturati. Quale stimolo migliore? Così la nostra eroina vince un milione di dollari.

Il commento di Freddy:

«Vi consiglio di andarci piano coi desideri: potrebbero avverarsi.»

La seconda parte dell’episodio vede la ricca Judy ingaggiare una cameriera per aiutarla in casa, donna che però esce fuori essere la Judy del futuro, venuta per metterla in guardia: i soldi cambiano le persone, e quel poco di buono del marito le sta preparando un tiro mancino.

Saprà Judi distinguere realtà e fantasia, presente e futuro, così da capire come comportarsi con il marito?

Il solito Michael De Luca alla sceneggiatura non ci regala chissà che emozioni, ma almeno qualche momento simpatico lo azzecca.


Episodio 1×06
Saturday Night Special

Il 13 novembre 1988 è la data per questo episodio che finisce nella serie di VHS antologiche Panarecord, da cui il titolo Saturday night special horror.

Per la prima volta nella serie, alla regia c’è una donna: Lisa Gottlieb, che purtroppo non sembra aver lavorato molto in carriera.

Gordon (Scott Burkholder) è un grigio assicuratore di basso livello, non certo di bell’aspetto, che sogna di conquistare la bionda pattinatrice Lana, interpretata dagli occhi di gatta di Shari Shattuck: scopro che per tutti gli anni Novanta l’attrice sarà la moglie di Ronn Moss, il celebre Ridge di “Beautiful”.

Per conquistare la biondona palesemente fuori portata, Gordon si affida ad un’agenzia di appuntamenti, la “Rendezvous Dating”, che cerca di renderlo migliore di quanto appaia. Anche troppo. Così Gordon diventa Gordie, ricco scapolo d’oro che gira in Jaguar e pasteggia nei migliori ristoranti francesi della zona.

La bionda Lana sembra cadere nella “trappola” ma in realtà la donna sembra più lo strumento di una vendetta karmica, visto che Gordon viene punito per il suo voler sembrare qualcun altro. Visto che l’attrice è stata da piccola una campionessa di pattinaggio artistico, temo che l’episodio sia tutta una scusa per mostrarla in azione, con tanto di maschera da hockey: chissà che non fosse una strizzata d’occhio al Venerdì 13, arrivato al settimo episodio quel 1988?

Il commento di Freddy:

«La bellezza è solo un fatto esteriore: ciò che conta è quello che c’è dentro.»

Frustrata dal vedere tutti sbavare per la sua compagna di stanza Lana, la povera diversamente attraente Mary (Molly Cleator) decide di cedere ai consigli che le dà l’amica e si rivolge a un chirurgo plastico molto in voga, il quale con martello e scalpello si mette sotto a creare una nuova Mary (Joyce Hyser) che però per forza di cose entrerà in conflitto psicologico con la vecchia Mary, che è ancora lì nel corpo da modella.

Onestamente trovo alquanto confuse queste trame e troppo esili per la durata degli episodi, dando spazio a fin troppi tempi morti, e temo non migliorerà andando avanti.


Episodio 1×07
Sister’s Keeper

Non so perché abbiamo aspettato il 20 novembre per mandare in onda questo episodio, che prosegue la storia raccontato con il pilota No More Mr Nice Guy: parimenti incomprensibile è la scelta italiana di inserire la puntata nella VHS antologica La vendetta brucia, seconda del ciclo Panarecord, quando invece sarebbe stato un perfetto secondo episodio per la prima, così da riunire la storia unica.

Alla regia c’è quel Ken Wiederhorn che abbiamo già incontrato e che girerà diversi episodi della serie.

Merit e Lisa sono due gemelle sia nella storia che nella realtà, visto che sono interpretate da Hili e Gry Park. Qui sono le figlie di quel Blocker che ha dato fuoco a Freddy nel primo episodio, finendo per essere la sua prima vittima una volta risvegliato il mostro.

Ora Merit viene perseguitata da incubi con Freddy ma nessuno le crede: solo quando sua sorella Lisa inizia a subirne anche lei allora le crede.

Il commento di Freddy:

«Sono morto, ma sempre presente!»

Dopo varie robe noiose le due sorelle decidono di unire le forze per affrontare Freddy nei sogni, mettergli qualche trappola e farlo fuori. Tipo con un bastone. Ritorna il madornale errore del terzo film: stai sognando, puoi ottenere qualsiasi arma esistente nell’universo, e invece di un triplo bazooka lancia-bombe nucleari scegli… un bastone. E allora muori, che non ti meriti altro!

L’episodio è particolarmente cinematografico, sia perché compie tutti i noiosi errori di sceneggiatura dei film sia perché il regista si impegna in scene che strizzano l’occhio a quelle già viste al cinema.

L.

P.S.
Vi ricordo la pagina riassuntiva dell’universo narrativo di Freddy Krueger.

– Ultimi “incubi” di Freddy:

Informazioni su Lucius Etruscus

Saggista, blogger, scrittore e lettore: cos'altro volete sapere di più? Mi trovate nei principali social forum (tranne facebook) e, se non vi basta, scrivetemi a lucius.etruscus@gmail.com
Questa voce è stata pubblicata in SerieTV e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

13 risposte a Freddy’s Nightmares 5-7 (1988)

  1. Cassidy ha detto:

    Ho pensato anche io ad una strizzata d’occhio a Jason, ma penso che tu abbia fatto centro con il passato da pattinatrice. In generale la qualità e l’interesse di questi episodi un po’ altalenante, chissa se Englud si lamentava anche qui per le ore di trucco 😉 Cheers

    Piace a 2 people

  2. Willy l'Orbo ha detto:

    Un anticipo di Freddy vs Jason? Chissà 🙂
    Comunque l’appuntamento col nostro è ormai uno dei miei preferiti della settimana, altro che Freddy’s Nightmares, per me oramai sono Freddy’s Dreams! 🙂

    Piace a 1 persona

  3. Sam Simon ha detto:

    Certo che i commenti di Freddy potevano pensarseli un po’ di più… X–D

    Comunque continua a piacermi questo tuo recupero di una serie così vintage!

    Piace a 1 persona

  4. Giuseppe ha detto:

    L’episodio con Shari Shattuck? Una combinazione di entrambe le cose, credo: strizzatina d’occhio a “Venerdì 13” e abilità pattinatorie… Peccato che il matrimonio con Ron Moss sia arrivato tardi, all’incirca sul finire della serie, altrimenti avremmo potuto assistere a un cross-over fra “Freddy’s Nightmares” e “Beatiful” 😉

    Piace a 2 people

  5. Marco Vecchini ha detto:

    Questa serie è una raccolta di sceneggiature cestinate.

    P.S. questo post mi ha fatto venire in mente un’altra serie dove c’era Robert Englund a fare da cornice come qua. Si chiamava Nightmare’s coffee, roba di fine anni ’90. Titolo e attore palesi esche per una serie che forse solo io ricordo.

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.