The Bad Twin (2016) Cattive gemelle


Ciclo sui parenti assassini in TV: tu m’hai provocato… e io me te magno!

Vi prego, rileggete il titolo del film: mi spiegate come può un povero zinefilo resistere a tanta potenZa devastante? Che questo sia un nuovo episodio della sotto-rubrica “Sorelle a crepa-pelle” potete scommetterci la testa della vostra gemella cattiva!

La minuscola Maple Island Films si affida al regista John Murlowski, che avendo iniziato la propria carriera con Amityville: A New Generation (1993) è stato marchiato a fuoco dalla Z: il risultato è The Bad Twin, uscito in patria il 29 dicembre 2016.
Mamma RAI non si fa certo sfuggire il bocconcino, che manda in onda in prima visione il 24 giugno 2018 con il titolo Cattive gemelle: da allora lo trovate fisso nel catalogo di RaiPlay.

Ne esistono per caso di altri tipi, in narrativa?

Protagonista è Haylie Duff (doppiata dalla decana Federica De Bortoli), sorella maggiore (ah!) della cantante Hilary Duff, che un tempo era “nota” ma temo ormai sia solo “nota per essere stata nota” (per dirla alla Balasso). Interpreta la dottoressa Jen, una di quelle figure che hanno tanto successo alla radio americana – stando almeno a film e serie TV – cioè quelle “esperte” (o supposte tali) che elargiscono in pochi secondi consigli di vita e d’amore che dovrebbero cambiare la vita dei propri ascoltatori. Le classiche “dritte per svoltare”.

Jen aiuta gli altri ma… chi aiuta la povera Jen?

La Maple è la tipica casa “Pizza & Fichi”, non ha un soldo quindi al momento di creare il solito evento firma-copie per la dottoressa Jen, in cui l’apprezzato personaggio pubblico fa un “bagno di folla”, vediamo tre tizi per strada: quindi non avevano soldi manco per affittare una libreria dove ambientare la scena? Evidentemente no: la dottoressa Jen è così umile che firma copie in piedi per strada.

Qui però scopriamo che non tutti sono stregati dalla sua opera, c’è una “odiatrice” seriale che arriva persino ad aggredirla: è Cassie (Jacy King), sua sorella. Chi ti può odiare di più se non un familiare?
Arrestata per aggressione e rinchiusa in manicomio, ora chi si prenderà cura delle figlie di Cassie? Tranquilli ci pensa Jen… anche se in realtà ci vorrebbe l’esorcista!

Se non vi mette paura la piccola Van Dien…

Conosciamo così la problematica giovane Olivia, interpretata da… Grace Van Dien, la figlia di Casper Van Dien! Boom!

E se questo non vi basta, la figlia di Casper “The Master” interpreta anche la sua gemella Quinn, entrambe con la voce di Emanuela Ionica. Doppio, triplo, quadruplo Van Dien! Ka-Boom!

… impazzirete per DUE piccole Van Dien!

Come ogni psichiatra radiofonico anche Jen è miliardaria e vive tutta sola in una villa hollywoodiana: visto che servirebbero almeno venti membri di servitù anche solo per spolverare la villa di mille metri quadrati, è strano ci venga detto che Jen viva tutta sola.

Ah, però ora non è più sola: ci sono le gemelle di Satana a farle compagnia. Infatti il primo giorno Jen rischia di cadere da una scala, misteriosamente sabotata.

Ho come il forte sospetto che a mettervi in casa mia ho fatto ’na cazzata

Si vede che Jen si merita i miliardi che guadagna alla radio, perché capisce subito che l’incredibile sequenza di incidenti che subisce in casa potrebbero essere opera delle due bambine di Satana, che ripetono in continuazione di voler tornare dalla madre e sottolineano sempre, non senza malizia, che zia Jen è proprio fortunata. Beata lei! Alle due mancano occhiali scuri e un corvo sulla spalla poi il quadretto è completo.

Speriamo che la tua fortuna non finisca mai, zietta…

All’insaputa di Jen noi però sappiamo che le due non sono semplici ragazzine spaesate in fase ribelle, bensì due strumenti affilati nelle mani della perfida mamma Cassie, che quindi è “sorella cattiva” pure lei, visto che sta organizzando tutto per vendicarsi e far fuori Jen, così da strapparle via tutte le ricchezze di cui è gelosa.

Come fa la donna, chiusa in ospedale psichiatrico, ad ordire il suo machiavellico piano in più punti? Usando tecniche raffinatissime che nessuno avrebbe saputo ostacolare: i pizzini in video! Ci sarà un motivo se i mafiosi li usano da decenni senza problemi.

Un messaggio segretissimo che nessuno potrà mai notare

La sceneggiatrice esordiente Alix Reeves non ha fatto altro nel cinema, e non c’è da dispiacersene. La gestione dei personaggi è terrificante, sembrano più versioni della sceneggiatura attaccate insieme e non perfettamente combacianti. Per esempio ogni tanto appare un improbabile fidanzato di Jen, che in realtà sembra suo figlio, il quale per un po’ di tempo sembra essere attivo nella trama, ma poi tipo a metà film scompare e non tornerà più. Che fine ha fatto? Boh.

La storia poi teoricamente dovrebbe mostrarci come le due gemelle diaboliche non sono proprio uguali, con Quinn sempre più cosciente che la gemella è cattiva, ma poi si comporta come se lo riscoprisse ad ogni scena, dimostrando fino all’ultimo una stupidità troppo esagerata.
Quando vedi tua sorella minacciare di morte qualcuno e poi andare a raccogliere funghi velenosi, affettarli e cucinarli, la domanda «Cosa vuoi fare?» non mi sembra la più intelligente da porre.

Ho come il sospetto di avere una gemella cattiva…

Visto che sin dalla prima scena le gemelle ci vengono presentate come impossibili da distinguersi persino per la madre, e poi vestono identiche per tutta la vicenda, è chiaro che l’autrice si voglia giocare poi la carta dell’inversione di identità… E invece no, l’autrice è ignara di qualsiasi trucco narrativo e procede per la sua strada lasciando il film “monco”, visto che palesemente la vicenda stava andando in quella direzione per poi chiudersi senza motivo.

Un momento di felicità sorellare e gemellare prima della catastrofe

Inutile negarlo, il film è la più totale nullità ma è troppo divertente gustarsi i singoli particolari: Haylie Duff che non fa niente tutto il giorno eppure è così ricca da vivere nella Reggia di Caserta, ma soprattutto Grace Van Dien che dimostra tutto il talento paterno in un doppio ruolo buono-cattivo.
È un film così demenziale che si sghignazza per tutto il tempo, anche se ogni tanto ci si appisola: direi che è comunque un buon equilibrio riso-sonno.

Oltre a ricordarvi di non mangiare mai funghi a casa di Jen, e di diffidare dalle gemelle che vivono vestite identiche, non posso che darvi appuntamento ai prossimi “parenti uccidenti”.

L.

– Ultimi parenti uccidenti:

Informazioni su Lucius Etruscus

Saggista, blogger, scrittore e lettore: cos'altro volete sapere di più? Mi trovate nei principali social forum (tranne facebook) e, se non vi basta, scrivetemi a lucius.etruscus@gmail.com
Questa voce è stata pubblicata in Parenti e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

13 risposte a The Bad Twin (2016) Cattive gemelle

  1. Cassidy ha detto:

    La sorella Duff che fa il “labbrino” nella prima foto è un colpo notevole, ma sapere che abbiamo la doppia figlia di Master Casper è il vero colpo di scena! Il mondo della Z può dormire sonni tranquilli, abbiamo un’altra generazione Van Dien con cui popolare i film 😉 Cheers

    Piace a 1 persona

  2. Parenti Uccidenti ^^ va bene mi hai comprato anche ‘sta volta, rimando la lettura completa dopo la visione.

    Piace a 1 persona

    • Lucius Etruscus ha detto:

      Non è colpa mia se l’universo del thrillerino televisivo adora mostrare parenti con la propensione all’omicidio: io mi limito a raccontarla 😛
      Vedrai che questo filmaccio ti ucciderà, in un modo o nell’altro 😀

      "Mi piace"

  3. Madame Verdurin ha detto:

    La giovane Van Dien, la vecchia Duff (non la birra), zero budget: gli ingredienti per il disastro completo ci sono eccome!

    Piace a 1 persona

    • Lucius Etruscus ha detto:

      Purtroppo i thrillerini televisivi di serie Z sono la regola, ne producono a quintali e le nostre emittenti fannno a bottte per accaparrarseli a trasmetterli a secchiate, quindi tocca gioire quando in mezzo al vuoto nulla che è la regola fissa troviamo prodotti divertenti come questo, che almeno ci fanno sghignazzare 😛

      Piace a 1 persona

  4. Giuseppe ha detto:

    Data l’involontaria propensione allo sghignazzo molto più che al thriller, ci sarebbe stato meglio un titolo da film per tutta la famiglia del tipo, che so, “Jen contro Cassie e le Casperine” 😉

    Piace a 1 persona

  5. Willy l'Orbo ha detto:

    Quante gioie! La Duff non più nota, la prole Z di Van Dien, il regista (che ha diretto ben due film con Hulk Hogan!), un thrillerino “in salsa gemelle”, gli sghignazzi e gli “appisolamenti” ben calibrati (avendolo visto, condivido)…quante gioie!!! 🙂

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.