[Multi-Recensioni] Film russi su Prime Video

Neanche la guerra può fermare gli accordi commerciali, così la Blue Swan (figlia di Eagle Pictures che si dedica al “cinema altro”) prosegue imperterrita a foraggiare il catalogo di Prime Video con titoli di altre cinematografie, e d’un tratto mi ritrovo almeno tre novità in catalogo provenienti dalla Russia. Ve le presento.


The Ninth
La nona vittima

(2019)

Se la prima cosa che avete pensato, leggendo questo titolo, è La nona porta (The Ninth Gate, 1999) di Roman Polanski… be’, do per scontato che fosse un effetto voluto degli autori di questo Девятая (Devyataya, “Nono”, vedi su Prime).

Diretto dal moscovita Nikolay Khomeriki, il film è tratto da un fumetto di Aleksey Karaulov che sicuramente è uno di noi, visto i richiami a tematiche orrorifiche occidentali ci sono e sono ghiotti.

Un archeologo e sua moglie, distrutti dalla morte della figlioletta, raggiungono un’antica città dimenticata in cerca di un libro proibito, un testo misterioso che si dice sappia riportare in vita i morti: manca una baita fra i boschi e poi Evil Dead è coperto. Questo novello professor Knowby legge alcuni passi, fa casino con le ombre e ci rimette la cotenna, mentre sua moglie scappa con il librone. Che viene rubato. Da chi? Boh, fra il prologo e l’inizio del film mancano vistosamente dei pezzi di storia che non ci vengono raccontati.

Sarà mica un antico libro misterioso… che inizia per N?

Ora Olivia (Daisy Head) è una apprezzatissima parapsicologa della San Pietroburgo ottocentesca: ha preso i suoi poteri dal libro misterioso? Boh, gli autori non hanno alcuna voglia di raccontare questa storia.

Mentre la donna straniera incanta i russi con i suoi spettacoli di magia e medium, intanto le strade sono insanguinate da un maniaco alla Jack lo Squartatore, con la differenza che le giovani uccise sembrano avere un ordine. Ogni omicidio efferato sembra completare una delle nove procedure riportare nel libro misterioso, in vista della nona che apre la possibilità di far rivivere la gente.

Serviamo la vittima numero 9…

L’ispettore Rostov (Evgeniy Tsyganov), con l’aiuto (non spontaneo) di Olivia, dovrà risolvere l’enigma e fermare il cattivo prima che le Tenebre si “attivino”.

Una vera medium o una semplice intrattenitrice?

Il librone misterioso è splendido e infatti già l’ho schedato fra i miei pseudobiblia, ma la sceneggiatura è buttata via a casaccio, un riciclo di atmosfere prese da varie opere occidentali e fuse malamente. È un peccato, perché dal punto di vista tecnico è un signor film, pieno di splendide ricostruzioni d’epoca, scenografie sontuose ed ottimi effetti speciali, ma poi si tratta di una storiella sempliciotta piena di buchi e di passaggi svogliati.


Il 13° segno
(2022)

Cambiamo genere e passiamo al thriller a tinte fosche, o almeno questo era nelle intenzioni degli autori: il risultato, Одержимая (Oderzhimaya, “Posseduta”, vedi su Prime), è solo un’altra pessima trametta che non raggiunge la qualità tecnica di tutto il resto.

Il regista Igor Voloshin procede con mano sicura e dal punto di vista tecnico, di nuovo, bisogna fare solo tanto di cappello al film, che segue quello stile cupo e schizofrenico alla Se7ven (1995), con le dovute proporzioni. Il problema però è che ci sono ben tre sceneggiatori a buttar via una storiellina confusionaria.

Da quello che sono riuscito a capire c’è un misterioso assassino che agisce nel mondo del bondage o comunque nei bassifondi dei piaceri estremi, dove il poliziotto protagonista non ha piacere di ritrovare sua figlia: segnata sin da giovane età, era solo questione di tempo prima che i vizi e le cattive frequentazioni della ragazza la rendessero un’altra vittima dell’assassino seriale, al che il poliziotto intensifica le indagini.

Però onestamente i continui siparietti onirici, con salti temporali non sempre chiaro (anzi, diciamo mai), con attrici tutte identiche fra loro – e per motivi misteriosi tutte lesbiche: non ho capito se faccia parte della trama o era un capriccio degli autori – insomma, è tutta una caciara che se la tira da filmone, quindi alla fine manco ho capito chi era l’assassino.

Ripeto, sono film qualitativamente eccellenti: il giorno che chiameranno anche dei veri sceneggiatori avremo degli ottimi prodotti.


I maghi del Nord
(2016)

Unico di questi film ad avere anche una distribuzione in DVD, forse perché la Blue Swan spera che facendolo uscire il 23 novembre finisca nelle mire di qualche amante dei film natalizi.

Questo di Aleksandr Voytinskiy in effetti potrebbe essere scambiato per tipico filmettino natalizio per giovani, in realtà Дед Мороз. Битва Магов (Ded Moroz. Bitva Magov, “Padre Gelo. Battaglia dei Maghi”, vedi su Prime) ha più l’aspetto di una spremuta di antica mitologia pagana slava cucinata in modo “moderno” per piacere ai gggiovani russi.

Fëdor Bondarchuk, figlio del mitologico regista Sergej, interpreta uno dei Nonni Gelo del folklore russo, in pratica la loro versione di Babbo Natale, ma in questo caso non abbiamo un obeso sghignazzone che si limita a frustare renne volanti, bensì un vero e proprio lottatore che protegge la Terra dai mostri cattivi, con l’aiuto dei gggiovani con le palle volanti. Insomma, una roba per ragazzini però fatta con chiaro dispendio di soldi.

Grande uso di effetti speciali ma poi è la solita trametta da due spicci.

L.

– Ultimi film su Prime Video:

Informazioni su Lucius Etruscus

Saggista, blogger, scrittore e lettore: cos'altro volete sapere di più? Mi trovate nei principali social forum (tranne facebook) e, se non vi basta, scrivetemi a lucius.etruscus@gmail.com
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

15 risposte a [Multi-Recensioni] Film russi su Prime Video

  1. Sam Simon ha detto:

    Prime ce l’ho, ma non è che tu mi abbia molto invogliato a guardare questi film russi con numeri nei titoli italiani (l’ultimo potevano chiamarlo I tre maghi del Nord, così facveano il pieno e ci giocavamo alla lotteria il 3, il 9 e il 13!)…

    Piace a 1 persona

  2. Cassidy ha detto:

    Penso che la pseudobiblia sia la parte migliore del primo film, il secondo chissà perché mi dava subito l’idea di un film sul bondage fin dalla locandina, che rispetta la regola, se è bella il film è poca roba. L’ultimo credevo anche io fosse un film di Natale 😉 Cheers

    Piace a 1 persona

    • Lucius Etruscus ha detto:

      Tecnicamente l’ultimo è proprio il tipico filmetto natalizio per giovani senza impegno, l’unica differenza è che è pensato per giovani russi, quindi dice cose parecchio diverse dai titoli americani sfornati in serie. Giusto per quello meriterebbe un’occhiata, ma con un occhio solo e neanche del tutto aperto 😛

      "Mi piace"

      • Giuseppe ha detto:

        Ma il Papà Natale da combattimento del film ce l’aveva la sua Snegurochka? 😉
        Se solo con quei grandi mezzi tecnici disposizione non si provasse ogni volta a imitare i modelli occidentali nella speranza di raggiungerne i bacini d’utenza (e relativi botteghini), allora credo che avremmo prodotti ben più nteressanti e riusciti di cui parlare…

        Piace a 1 persona

      • Lucius Etruscus ha detto:

        Qui il folklore locale c’è tutto, ma l’aspetto da filmettino natalizio da pomeriggio di Rete4 rovina tutto… Ce l’avranno una Rete4 in Russia? 😛

        "Mi piace"

  3. Topper Harley ha detto:

    I primi due li metto in lista. Su Prime ho difficoltà a trovare film decenti.

    Piace a 1 persona

  4. Willy l'Orbo ha detto:

    Il post carrellata! Quando ritorna per me suona sempre a festa, indipendentemente dalla qualità dei film recensiti 🙂
    Poi la filmografia russa mi intriga anche se, leggendo le tue impressioni, mi pare di poter affermare che l’unico film visionabile, al netto dei difetti, sia il primo (che infatti mi incuriosisce) 🙂

    Piace a 1 persona

  5. Pingback: [Multi-Recensioni] Film asiatici su Prime Video | Il Zinefilo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.