Evolver – Un amico pericoloso (1994)

Evolver-5Continua il Giovedì Zintage, dedicato ai filmacci vintage.
Con grande sorpresa ho scoperto questo titolo d’annata, del filone “robot casalinghi prima buoni poi assassini” che ha direttamente ispirato un film moderno che ho molto amato. Ma andiamo con ordine.
Per la Trimark Pictures, casa specializzata in piccoli film per lo più pensati per l’home video, Mark Rosman scrive e dirige questo fantascientifico Evolver, che ha lasciato davvero poche tracce dietro di sé. Il film è del 1995 ma la sceneggiatura di Rosman è una rielaborazione di quella del 1993 dal titolo The Trouble with Toys, i cui diritti erano di Neal Shusterman, sceneggiatore che proprio dalla metà degli anni Novanta inizia a lavorare a prodotti televisivi per l’infanzia.

Evolver viene presentato in home video il 23 febbraio 1995 in Inghilterra, e arriva negli USA il 10 febbraio 1996; la nostrana Medusa Video lo porta in VHS italiana quasi subito e il 20 maggio 1996 va in onda in prima serata su Italia1 con il titolo Evolver. Un amico pericoloso: non sembrano esistere altre notizie su questo film.

E' vintage ma la il design è ancora gagliardo

E’ vintage ma la il design è ancora gagliardo

Kyle Baxter (Ethan Embry) è il tipico ragazzo anni Ottanta convinto che smanettando coi videogiochi si possa dominare la realtà. Come dite? Il film è degli anni Novanta? Ma dài, il personaggio è praticamente un plagio del Matthew Labyorteaux della serie I ragazzi del computer (1983) e del film Dovevi essere morta (1986), che già a sua volta si rifaceva al Matthew Broderick di Wargame (1983).
L’unica differenza rispetto a questi esempi è la realtà virtuale, che dopo Il tagliaerbe (1992) è diventata simbolo degli anni Novanta.

Cassidy Rae ed Ethan Embry: anni '80 a manetta! (© 1995 Vidmark Entertainment)

Cassidy Rae ed Ethan Embry: anni ’80 a manetta!
(© 1995 Vidmark Entertainment)

Baxter insomma ha vinto una gara di gioco in realtà virtuale e il premio è davvero curioso: un robottone di un quintale verrà a sfasciargli casa senza impegno, giorno e notte. Creato dallo scienziato Russell Bennett (interpretato da John de Lancie, l’odioso e insopportabile Q di Star Trek Next Generation), il robottone Evolver vuole solo giocare, ma in realtà nasconde un segreto così segreto che è banale oltre il banale: dietro la maschera del gioco è una macchina creata per scopi militari, e più impara più saprà uccidere meglio i nemici. Ammazza che segretone one one!
Il resto è scontatissimo. Il gioco si trasforma ben presto in tragedia, Evolver ci va in puzza quando lo trattano da robot, sviluppa tratti umani (non si sa per quale assurdo motivo!), medita vendetta e comincia a far fuori i giocatori finché non riescono a fermarlo e a ucciderlo… a bastonate! Ma come, nel mondo dei computer e della realtà virtuale, esistono ancora le bastonate?
Visto con gli occhi dei mitici anni Ottanta, inizio-Novanta, Evolver è un gradevole piccolo film, scontato quanto basta, con poca ispirazione ma onesto nel suo svolgimento.

Sono Evolver e vi faccio il culetto a stringhe di testo!

Sono Evolver e vi faccio il culetto a stringhe di testo!

Quello che invece va sottolineato è che il robottone – disegnato dal giovane Jim Salvati che si è poi subito allontanato dal mondo cinematografico – verrà abbondantemente plagiato dall’ottimo film Red Planet. Pianeta rosso (2000) di Antony Hoffman. Al di là dei problemi di rimanere “appiedati” sul pianeta rosso, uno dei problemi basilari della pellicola è l’impazzimento del robot della spedizione, che da semplice inserviente diventa nemico acerrimo: visto che è stato istruito sulle tecniche di guerriglia di tutti i popoli terrestri, sarà un bell’avversario da affrontare.

Un'abbondante scopiazzata moderna di "Evolver"

Un’abbondante scopiazzata moderna di “Evolver”

Come se già non bastassero le storie da cui questo film “marziano” scopiazza – da un episodio di Ai confini della realtà, ripetuto quasi per intero, a uno di Star Trek Voyager – ora scopro che il robot del film ha più di un forte debito con questo Evolver, ricreando molte scene uguali in modo sorprendente.
Red Planet rimane comunque uno dei miei film preferiti su Marte: a copiare sono capaci tutti, è farlo bene quello che conta!

L.

amazon

– Ultimi post simili:

Informazioni su Lucius Etruscus

Saggista, blogger, scrittore e lettore: cos'altro volete sapere di più? Mi trovate nei principali social forum (tranne facebook) e, se non vi basta, scrivetemi a lucius.etruscus@gmail.com
Questa voce è stata pubblicata in Fantascienza e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

9 risposte a Evolver – Un amico pericoloso (1994)

  1. Denis ha detto:

    Tutti figli del mitico Johnny 5 di Corto Circuito non te lo ricordi R.o.b il robottino bianco che doveva giocare con te nel Nintendo 8 bit gli hanno fatto pure un Amiibo (statuette usb) era più un soprammobile ma adesso e un’oggetto vintage da collezione e quello arancione del serial Riptide e anche in Rocky IV c’era era la “donna” di Paulie.
    Comunque quella cosa della realtà virtuale negli anni ’90 andava a manetta mi ricordo di Brainscan e Virtuality(Denzel Washington contro un virtuale Russel Crowe) ^_^

    Piace a 1 persona

  2. Cassidy ha detto:

    Bellissimi questo Giovedì Zintage 😉 Oggi mi hai sfornato l’ennesima chicca di cui non ero a conoscenza, robot assassini…. Classic! 😉 Tra il robot de “La fuga di Logan”, quello dei Robinson (la famiglia di Lost in Space, non quella afro americana) gli anni 80 e primi 90 ne erano pieni, assassini o meno 😉 Cheers

    Piace a 1 persona

  3. Giuseppe ha detto:

    Avevo la possibilità di scaricarmelo da almeno un paio di siti U.S.A., ma le varie sinossi che leggevo me ne tenevano lontanuccio (John de Lancie è sempre grande, ma da solo nemmeno lui può far miracoli). E con questo tuo post mi confermi che tanto male non ho fatto visto che, a maggior ragione, la sua moderna “riproposizione” del 2000 l’ho vista e rivista anch’io 😉
    P.S. Se per caso non lo conoscessi già, sempre dalle suddette parti ho scoperto pure l’esistenza di un “fanta-horrorazzo” robotico di Wynorski dell’86, “Chopping Mall”…

    Piace a 1 persona

  4. Solarlord ha detto:

    ‘Chopping Mall’ (in Italia uscito come ‘Supermarket Horror) e` da recuperare. Riguardo questo Evolver pensa che l’ho trovato in una compilation di film (intitolata ‘Dark Future Collection’) assieme a Cyber Jack, Space Rangers e Cyber Cop per un paio di euro… mi tocchera´ vederlo nonostante il doppiaggio tedesco. 😛

    Piace a 1 persona

  5. Pingback: Red Planet (2000) Pianeta rosso | Il Zinefilo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.