[Asylum] Atlantic Rim (2013)

Atlantic Rim

Per una qualche tara genetica, sono probabilmente l’unico al mondo ad aver trovato noioso e pretenzioso il Pacific Rim di Guillermo del Toro, ma questo mi ha permesso di trovare irresistibile la relativa fanta-parodia targata The Asylum!
Atlantic Rim viene distribuito negli USA il 9 luglio 2013 e la Minerva Pictures (praticamente la portavoce italiana della Asylum) lo ha portato nel nostro Paese il 22 gennaio 2014 a noleggio e il successivo 12 marzo in vendita.

Dinosauroni contro Robottoni: l'importante è non prendersi sul serio!

Dinosauroni contro Robottoni: l’importante è non prendersi sul serio!

Il regista Jared Cohn ha a propria disposizione molti meno mezzi di del Toro ed attori ovviamente di classe inferiore, ma forse proprio per questo è impossibilitato a fare un pippone galattico e deve limitarsi ad una classica cialtronata Asylum Style, che ho trovato decisamente più divertente del filmone che vuole parodiare.

Il Mostrone Mangione

Il Mostrone Mangione

Un mostrone degli abissi aggredisce una piattaforma nell’Oceano Atlantico trascinandola negli abissi. Subito la Marina mentte in campo (anzi, in acqua) i suoi robottoni guidati dal nero Jim Rushing (Treach), dalla bionda Tracey (Jackie Moore) e dal white american Red (David Chokachi): ora che tutti gli stereotipi politically correct sono rispettati, si può partire.

Jim Rushing (Treach), Tracey (Jackie Moore) e Red (David Chokachi) I tre stereotipi del cinema USA sbeffeggiati dall'Asylum

Jim Rushing (Treach), Tracey (Jackie Moore) e Red (David Chokachi)
I tre stereotipi del cinema USA sbeffeggiati dall’Asylum

Botte da orbi fra robottoni legnosi e mostroni serpentiformi in un crescendo di cialtroneria e dabbenaggine volute. A forza di disprezzare la Asylum… ormai non ne posso più fare a meno! Comincio a considerare irrestitibili le sue cadute di stile e le sue pacchianate, fino a giungere addirittura a consigliare questo film!
Che mi succede? In cosa mi sto trasformando…? Sono ormai un mostrone: lanciate un robottone a fermarmi!!!

L.

amazon

– Ultimi post simili:

Informazioni su Lucius Etruscus

Saggista, blogger, scrittore e lettore: cos'altro volete sapere di più? Mi trovate nei principali social forum (tranne facebook) e, se non vi basta, scrivetemi a lucius.etruscus@gmail.com
Questa voce è stata pubblicata in Bestiacce, The Asylum e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

23 risposte a [Asylum] Atlantic Rim (2013)

  1. Cassidy ha detto:

    Mi trasformo in robottone per la tua frase iniziale… Ma come non ti è piaciuto Pacific Rim? Un film che amo da morire! 😉 Capisco che abbia dei difetti, ma ogni tanto me lo vado a rivedere 😉 Quando sono inciampato nella versione “Maroccata” della Asylum, ho riso per tutto il tempo, anche prima di vederlo, questo film mi fa ridere solo per il fatto che esiste 😉 Quando mi ritrovo a dover spiegare cos’è l’Asylum utilizzo questo film come esempio, non poteva mancare sulla pagine del Zinefilo 😉 Cheers!

    Piace a 2 people

    • Lucius Etruscus ha detto:

      Ho fatto outing qui perché non avevo il coraggio di scriverlo nel tuo blog 😛
      Non credo che “Pacific Rim” abbia dei difetti, è un film di ottima fattura che segue la sua filosofia e il suo stile: è che a me non piace nessuno dei due! Però ripeto, è una mia tara genetica personale perché non ho mai letto un commento negativo sul film! 😉

      Piace a 1 persona

      • Giuseppe ha detto:

        Mah, a parte alcune “scioltezze” di sceneggiatura, forse a qualcuno può essere apparso un “difetto” il ricalcare così fedelmente (a mo’ di omaggio e non di limite, per come la vedo io), sotto una elegante patina ammodernata, quei mitici stereotipi e luoghi comuni che sono parte integrante dello sterminato materiale fonte di ispirazione e rielaborazione per il lavoro del buon Guillermo: scienziati “macchietta” più o meno irritanti, eroi tutti d’un pezzo (che, difficilmente, nell’arco di un singolo film vedrei bene nel perdersi in dialoghi profondi o raggiungere quella maturazione/empatia che in un anime/serie richiederebbe un’intero ciclo narrativo e: tra l’altro, poi, Godzilla/Gamera/Varan/Ultraman/Spectreman/Mazinger/Grendizer/Jeeg/Daltanious ecc.ecc. con uso costante di testi sofisticati io non li ricordo… Forse perché non ce n’era nessun bisogno? Per Evangelion – di cui pure c’è qualche eco- sarebbe diverso, ma qui non è certo la fonte d’ispirazione primaria), robot giganti con essenziali spiegazioni sul loro funzionamento, invasori -con relativi mostri d’assalto- da altre dimensioni, mazzate titaniche, fanservice con spade a sorpresa fintamente dimenticate… Insomma, credo che si sia capito quanto a me sia piaciuto 😉
        Detto questo, mi chiedevo quando la sua pezzente versione Asylum sarebbe apparsa da queste parti… 😉

        Piace a 2 people

      • Lucius Etruscus ha detto:

        La Asylum è stata veloce, sono io che ho ripescato oggi la rece dal vecchio blog 😛
        Sono cresciuto con i vari robottoni ma non li ho mai visti come “epica moderna”: erano prodotti di intrattenimento che non avevano bisogno di giustificazioni intellettuali, come invece sembrano averne i prodotti di intrattenimento moderni, come se temessero di essere giudicati per quello che sono: prodotti di intrattenimento. Per questo mi piace sempre di più la Asylum, perché non si vergogna di essere ciò che è, una distributrice di minchiate! Un’onestà intellettuale che temo manchi ai prodotti mainstream….

        Piace a 1 persona

      • Cassidy ha detto:

        Ti garantisco che esistono critiche negative, ma non ti preoccupare, apprezzo tutti i “No” ben argomentati… Mi piacerebbe anche leggere il tuo parere sulla colonna sonora di “Pacific Rim”, ora capisco perchè non è mai comparso nella tua (fighissima) rubrica della OST 😉 Cheers!

        Piace a 1 persona

      • Lucius Etruscus ha detto:

        Uh, mi sa che non mi è capitata sotto orecchio! Grazie della dritta, la vado a cercare 😉

        "Mi piace"

  2. Denis ha detto:

    Mamma mia anch’io ho trovato palloso Pacific Rim(doveva durare di meno) bellissime battaglie notturne ma dialoghi penosi che insomma un pastone del filone robotico d’animazione giapponese ,preferisco rivedermi Daitan 3 ormai l’America ruba cose gia fatte negli anni ’80e ’90 dagli anime jap.

    Piace a 1 persona

  3. Giuseppe ha detto:

    Infatti, quello di Del Toro è un grandioso esempio di intrattenimento che rifugge da quell’intellettualismo che sa bene non appartenere né servire al genere: anche l’epica moderna robotica dovrebbe essere vista in questo senso (l’ottimo Evangelion, ripeto, è un discorso a parte). Abbiamo un qualcosa che accresce l’intrattenimento, semmai, senza avere per nulla la pretesa di esserne una pur minima aggiunta/complicazione/paravento intellettuale…

    Piace a 2 people

  4. loscalzo1979 ha detto:

    ” Subito la Marina mentte in campo (anzi, in acqua) i suoi robottoni guidati dal nero Jim Rushing (Treach), dalla bionda Tracey (Jackie Moore) e dal white american Red (David Chokachi): ora che tutti gli stereotipi politically correct sono rispettati, si può partire.”

    Eh no, se volevan rispettare il POLITICALLY CORRECT, una bella asiatica non ci stava bene? e facevi anche le coppie interrazziali così 😉

    Piace a 1 persona

  5. Solarlord ha detto:

    Nonostante la mia curiosita´ per questo mockbuster di Pacific Rim devo dire che dei titoli Asylum che ho visto finora questo risulta il peggiore: mi sarei aspettato qualcosina di meglio o, visto che parliamo dell’Asylum, di peggio.

    Piace a 1 persona

  6. Pingback: Collision Course (2013) Terrore ad alta quota | Il Zinefilo

  7. nik96 ha detto:

    ti consiglio di recensire Titanic 2 2010 un filmaccio ASYLUM degno di questo Blog che ne dici

    Piace a 1 persona

  8. Pingback: 10.0 Earthquake (2014) Terremoto 10.0 | Il Zinefilo

  9. Pingback: [2018-06] Aliens saldaPress 15 | 30 anni di ALIENS

  10. Pingback: [Asylum] Little Dead Rotting Hood (2016) | Il Zinefilo

  11. Pingback: Alien Predator (2018) Il Predator Asylum | 30 anni di ALIENS

  12. Pingback: [Asylum] Alien Predator (2018) | Il Zinefilo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.