[Asylum] Bram Stoker’s Way of the Vampire (2005)

Continuo ad attingere allo “scaffale provvisorio” dei DVD presi su bancarella in attesa di recensione, un posto dove il lato oscuro della serie Z è potente, e dove potrebbero spuntare fuori film disumani come questo Bram Stoker’s Way of the Vampire.

Quando credevi di aver toccato il fondo coi vampiri…

IMDb riporta il 22 febbraio 2005 come data di uscita americana di questa nuova perla oscura della famigerata The Asylum: purtroppo non c’è alcuna data sul DVD EP Production che conserverò gelosamente, visto che sembra essere l’unica prova dell’esistenza del film in lingua italiana.

Ogni mattina, in Transilvania, un cacciatore di vampiri si sveglia
e sa che dovrà correre più veloce dei vampiri…

Van Helsing esce di casa una mattina, per andare a lavoro, e trova i suoi colleghi ammazzavampiri fermi e immobili davanti all’uscio, muti, in attesa di iniziare la faticosa giornata ad ammazzar vampiri.
A ventuno secondi dall’inizio, per me il film può anche finire qui: il premio di Commedia dell’Anno l’ha già vinto.

Che seccatura, avere così tanti ammazzavampiri muti sotto casa

Siamo nel periodo in cui la Asylum era ancora una casa semi-amatoriale di filmucoli infinitesimali, non siamo ancora nel periodo “Z da sbellicarsi dal ridere”, bensì “Z da piangere sangue dagli occhi”.
Per intenderci, è il periodo in cui l’eroe principale della casa è Paul Logan, che qui si ritaglia un cameo di cinque secondi negli autorevoli panni di niente e popò di meno che Dracula. Perché non hanno fatto l’intero film con lui nei panni del Conte? Non c’è niente di peggio di azzeccare un’idea e poi buttarla via.

Un’autorevole comparsata di Paul Logan nei panni di Dracula in persona

Autori improvvisati, quasi tutti alla prima opera o giù di lì, usano gente di passaggio che finge di recitare per mettere su la storia di Abraham Van Helsing (Rhett Giles), che nell’Ottocento deve interrompere la sua caccia perché i vampiri gli hanno ammazzato la moglie.
Sarò onesto, la bruttezza del film mi ha così ferito che in più punti ho dovuto chiudere gli occhi e temo di aver perso qualche passaggio fondamentale, tipo perché Van Helsing rimane silente per duecento anni o perché i vampiri invece del canonico collo… mordano le cosce! Per variare menu ogni tanto si servono dall’arteria femorale?

Prima che pensiate male, la vampira sta mordendo la coscia!

Dopo un prologo in Transilvania, che è tutta blu (non chiedetemi perché), saltiamo ai giorni nostri quando il vampiro gàgà Sebastian (Andreas Beckett), bellezza mia, nella sua noia nobiliare comincia a dissanguare ragazze in giro.
Si sa come va, assaggi un po’ di sangue e poi non ti fermi più, così l’astuto professor Van Helsing – che ora fa il dottore in ospedale – capisce che i vampiri sono tornati all’attacco (ma perché, dov’erano stati finora?) e decide di agire.

Com’è bello essere gagà vampiro, bellezza mia

Abraham decide di rimettere insieme la vecchia banda per conto di Dio: sarebbe stato bello un Blues Brothers Ammazavampiri, ma la Asylum non le coglie queste sottigliezze, si limita a mettere insieme a casaccio robe che insieme proprio non sembrano starci.
Per esempio abbiamo il nostro eroe che si rivolge ai preti, ai Templari e a volontari che diventano ammazzavampiri allenandosi in palestra (ma perché?) e il tutto viene fatto con l’autorità del Santo Graal che Van Helsing porta in tasca. In fondo lo devi avere sempre con te, non sai mai quando potrà esserti utile.

Per farla corta, per farla breve, nel Santo Graal vèrsace da beve

Dalle schermate dovreste esservi fatti un’idea della vergognosa porcata che è questo film, ma vi sbagliate: è molto peggio. (Lo trovate liberamente su YouTube ma solo in lingua inglese: il link è in fondo al post, se volete buttarci un occhio… e perderlo!)

«Non conosci la Bibbia? Siamo legioni.»

Quindi i vampiri sono citati nella Bibbia? Quante cose si imparano, la Asylum fa anche servizio pubblico.

Lo sapevate che la Transilvania è blu? Sapevàtelo, con The Asylum Channel

Mentre negli anni Dieci del Duemila la Asylum ha capito che doveva puntare di più sull’aspetto ridicolo dei propri film, così che una risata superasse la nausea della visione, qui è ancora troppo rozza. Non posso pensare che davvero qualcuno abbia girato questo film pensando di raccontare una vera storia di vampiri, è chiaro che è una roba buttata lì a caso per venderla poi ai soliti canali satellitari (e oggi piattaforme) sempre pronti/e a comprare spazzatura per riempire il palinsesto.

In altri tempi avrei gettato via questo disco senza neanche pensarci, ma è un periodo che m’è tornata forte la febbre da accaparramento DVD quindi per il momento lo conserverò – penso di metterlo vicino al coetaneo Out for Blood (2004), che è sempre vampiresco ma al confronto è un gioiellino – comunque non escludo che in futuro, una volta passata la febbre da accumulazione seriale, questo non sia il primo DVD a volare via dalla finestra. Volerà come un vampiro?

Chiudo con il doppiaggio, miracolosamente inserito nel disco:

Personaggio Attore Doppiatore
Sebastien Andreas Beckett Davide Marzi
Van Helsing Rhett Giles Aldo Russo
Arianna Denise Boutte Patrizia Salerno
padre Cefalu Anthony Turk Alberto Caneva
Emily Brent Falco Daniela Abruzzese

Doppiaggio effettuato presso Thalia Multimedia Services Roma.
Direzione del doppiaggio: Aldo Russo.
Traduzione e adattamento: Francesca Marzola.

L.

– Ultimi filmacci Asylum:

Informazioni su Lucius Etruscus

Saggista, blogger, scrittore e lettore: cos'altro volete sapere di più? Mi trovate nei principali social forum (tranne facebook) e, se non vi basta, scrivetemi a lucius.etruscus@gmail.com
Questa voce è stata pubblicata in The Asylum, Vampiri e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

21 risposte a [Asylum] Bram Stoker’s Way of the Vampire (2005)

  1. Fabio ha detto:

    “Te l’ho mai detto che il mio colore preferito e’ il blu?”,ah no scusate ho sbagliato film🤔!

    Piace a 1 persona

  2. Fabio ha detto:

    A me piange il cuore che non riesco piu’ a trovare le bancarelle dei dvd a 1 euro,a rigor di logica con l’avvento dello streaming il mondo dovrebbe essere pieno di gente che butta via i loro impolverati film su supporto fisico,manco provano piu’ a rivenderli ai collezzionisti incalliti come me,li buttano direttamente nel cassonetto temo😢😭!

    Piace a 1 persona

    • Lucius Etruscus ha detto:

      Chissà se rivedrò mai le bancarelle all’aperto, ogni tanto vado a spulciare un mercatino dell’usato a negozio, uno di quelli dove la gente porta la roba da dar via e poi steccano con il negoziante. Non c’è molto ricambio, ma ogni tanto qualcosa si trova.
      Altrimenti c’è eBay, dove parecchi vendono chili di DVD a 1 euro ma certo c’è la scocciatura della compravendita, di dare la caccia al corriere e così via. Le bancarelle sono molto più comode, ma chissà quando (e se) torneranno.

      "Mi piace"

  3. Cassidy ha detto:

    Temo che la prima scena sia un goffo tentativo di citare Vampires di Carpenter, molto molto goffo. Filtro blu, tanto filtro blu, ma anche poco filtro per le sigarettina fumate dallo sceneggiatore, il Sacro Graal? Allora è davvero una commedia, mancano John Cleese e soci però 😉 Cheers

    Piace a 2 people

  4. Lorenzo ha detto:

    Chiedo al Zinefilo di indicarmi un film dell’Asylum dove ci sia davvero la Z da sbellicarsi dal ridere, che mantenga le promesse delle coloratissime copertine, che sia all’altezza dei titoli geniali e che non sia composto da 85 minuti su 90 di pallose ed economiche chiacchiere. Sono serio. Resto in attesa 😀

    Piace a 1 persona

    • Lucius Etruscus ha detto:

      Premettendo che tutto dipende dai gusti, il mio primo consiglio è “Mega Python vs Gatoroid” (2011), dove due ex cantanti bambine diventate attrici Z affrontano due bestiacce in modi cialtroneschi: chiunque di loro vinca, noi spettatori perdiamo!
      Altro scontro ghiotto è “Mega Shark vs Crocosaurus” (2010) e l’irresistibile “Mega Shark vs Giant Octopus” (2009) con Lorenzo Lamas: in entrambi gli squaloni escono dall’acqua e volano fino in cielo!
      Visto che qui abbiamo avuto un cameo di Paul Logan, sicuramente ti consiglio “Mega Piranha” (2010), e Logan poi è protagonista di “The Terminators” (2009): con quella faccia, il ruolo di cyborg è perfetto!
      Recentemente è arrivato da noi anche l’apprezzabile “Flight World War II” (2005)
      Altre produzioni come Sharknado non le ho trattate ma almeno il primo è meritevole, perché è parossistico e cialtrone il giusto.

      "Mi piace"

      • Lorenzo ha detto:

        Ho visto solo il primo che hai elencato, e sono d’accordo con te: “Premettendo che tutto dipende dai gusti” 😛
        Paradossalmente, l’unico prodotto Asylum che tutto sommato ho trovato divertente (in chiave Z, s’intende) è un thrillerino di cui non ricordo il titolo. In fondo non servivano nemmeno i soldi per fare i mostroni al PC, quindi… per loro ancora meglio 😀
        Detto ciò, mi sono segnato i titoli, nel caso saltino fuori su qualche piattaforma streaming… non si sa mai 😀

        Piace a 1 persona

      • Lucius Etruscus ha detto:

        L’anno scorso su Prime avevo visto parecchi Asylum, ma temo scelgano prodotti più recenti, soprattutto quelli distribuiti dalla Dynit Minerva.

        "Mi piace"

  5. Austin Dove ha detto:

    povero Dracula
    meglio Dracula 3D o questo film?

    Piace a 2 people

    • Lucius Etruscus ha detto:

      Az’, gran brutta sfida 😀

      Piace a 1 persona

      • Giuseppe ha detto:

        “Dracula 3D” è pura merda (e anche presuntuosa, viste le eccessive ambizioni di un Argento ridotto da tempo immemore all’ombra di sé stesso), mentre invece “Way of the vampire” è merda pura (che, provenendo dalla Asylum, è troppo pezzente per potersi permettere financo la presunzione): ecco, fatta questa fondamentale premessa, si può tranquillamente scegliere cosa vedere… tipo nessuno dei due film, per esempio 😀
        A proposito del DVD, temo di vederlo volare dalla finestra un giorno solo che, a differenza di un vampiro, non credo si trasformerà in pipistrello (e, quindi, proseguirà inesorabile il suo volo verso il duro marciapiede) 😉

        Piace a 1 persona

      • Lucius Etruscus ha detto:

        Mi sembra una distinzione precisa e sopraffina :-p
        Il bello della Asylum è che non si nasconde, è onesta: fa filmacci sapendo di fare filmacci e senza provare a spacciarli per altro, tipo come fanno autori di serie Z che si fingono “alternativi”.

        "Mi piace"

  6. Sam Simon ha detto:

    Non ti ci vedo a buttare via questo DVD, fa da perfetta tappeZZeria!

    Piace a 1 persona

  7. Willy l'Orbo ha detto:

    Ahahaha! Quando leggo questi post vorrei che fosse sempre giovedì con il momento di prelevare i dvd “di bancarella” dal mitico scaffale! Poca spesa (intendo l’indignazione scaturita da visione) e tanta resa (le risate a leggerti e a vedere le immagini non mancano!)…e quando lo volerai dalla finestra magari sarò lì sotto ad acchiapparlo! Ahahah! 🙂

    Piace a 1 persona

  8. Kukuviza ha detto:

    E se non lo fai volare, il DVD, fai come si diceva, lo spacchi a pezzetti e ti ci fai una collana.
    Comunque, quanto vive Van Helsing? È anche lui mezzo vampiro? Ignoravo che potesse vivere tanto a lungo. Sarebbe stata fantastica una versione bluesbrotheresca, speriamo che qualcuno ti senta e gli venga l’idea!
    E sti vampiri che mordono la coscia? è un filone che tende all’erotico?

    Piace a 1 persona

    • Lucius Etruscus ha detto:

      Tutte domande a cui non so rispondere 😀
      L’idea della collana non è niente male. Nel 1998 (o giù di lì) il primo CD bruciato dal masterizzatore l’ho appeso allo specchietto retrovisore dell’auto 😀

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.