Terminator: Dark Fate (2019) T-800 e Sarah

Si avvicina l’uscita del tristissimo Terminator: Dark Fate (ottobre 2019) e la NECA non si fa certo trovare impreparata: la casa regina delle action figures da film a giugno annuncia il T-800 (Arnold Schwarzenegger) e Sarah Connor (Linda Hamilton) in miniatura.
Davvero impressionante la rassomiglianza dei volti!

Le immagini qui di seguito sono quelle rilasciate dal sito ufficiale in anteprima: ad ottobre, quando i due modelli saranno in vendita, avremo foto migliori e aggiornerò il post.

L.

– Ultimi post simili:

Informazioni su Lucius Etruscus

Saggista, blogger, scrittore e lettore: cos'altro volete sapere di più? Mi trovate nei principali social forum (tranne facebook) e, se non vi basta, scrivetemi a lucius.etruscus@gmail.com
Questa voce è stata pubblicata in Modellismo e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

13 risposte a Terminator: Dark Fate (2019) T-800 e Sarah

  1. Sam Simon ha detto:

    Tristissimo, sono d’accordo. Quello che non capisco è perché un genio come James Cameron si sia perso a fare o produrre seguiti non richiesti invece di continuare a fare cose nuove ed innovative come ha fatto per la maggior parte della sua carriera!

    Piace a 1 persona

    • Lucius Etruscus ha detto:

      Sono passati davvero tanti anni da quando “genio” era un aggettivo di Cameron, e dal Duemila “innovativo” è un altro aggettivo perso per strada. Usare effettoni specialioni per raccontare storie banali e assolutamente non originali non lo chiamerei “innovativo” 😀
      “Alita” dimostra che Cameron come sceneggiatore è completamente finito: si sapeva da anni, ma si sperava sempre in una resurrezione. Come regista non lo prendo neanche più in considerazione: preferisco ricordarlo quando era James Cameron, cioè prima di Titanic, prima dei soldi, quando aveva un cuore che batteva per il cinema e la voglia di raccontare storie che non sapevi come sarebbero finite già ai titoli di testa…

      Piace a 1 persona

      • Sam Simon ha detto:

        Titanic era certamente prevedibile, ma comunque lo considero un punto notevole della filmografia di Cameron, che andò pure negli abissi a visitare il relitto originale per fare il film, cosa non da poco (ma si sa, a lui il mare piace, è bellissimo anche il suo documentario sulla Bismarck).

        Di Alita non so quanto abbia scritto lui e quanto la Kalogridis, però effettivamente è tanto che non è più il James Cameron che era. Posso ammettere che a me Avatar comunque continua a piacere? Mi sono pure appena comprato un doppio Bluray pieno di contenuti speciali… :–)

        Piace a 1 persona

      • Lucius Etruscus ha detto:

        Sono oggettivamente grandi film di effetti speciali, ma il Cameron che è diventato famoso, che è diventato Cameron, sapeva fare più degli effetti speciali. E visto che “Avatar” è semplicemente “Aliens” con più soldi (a cui è stata semplicemente aggiunta una tipica favola ecologista anni Novanta, già apparsa su schermo), sono contento che nel 1986 non avesse una lira, così è stato costretto a fare miracoli. Persino “True Lies”, che è stato un fallimento su tutta la linea, lo preferisco ai suoi filmoni, perché almeno lì c’è tutto Cameron che mette in campo tutto ciò che ha, anche se già lì avere troppi soldi lo sta rovinando.
        Per me Cameron tornerebbe lui se lavorasse per la Blumhouse: 5 milioni sparati di budget… allora sì che tornerebbero i miracoli che ci hanno fatto amare Jimmy, che ha iniziato gli anni Ottanta stando in camera d’albergo a dipingere a mano i piranha di gomma per le riprese del giorno dopo 😀

        Piace a 1 persona

      • Sam Simon ha detto:

        Non credo che abbia voglia di tornare ai low budget, anche se capisco perfettamente cosa intendi! Non ce lo vedo a fare il Sam Raimi che dopo gli Spiderman si permette di divertirsi con Drag Me to Hell. Nel frattempo io continuo ad adorarlo per i vari The Terminator, Aliens, T2 e The Abyss, e quindi tendo a vedere favorevolmente anche il resto della sua filmografia!

        Piace a 1 persona

      • Lucius Etruscus ha detto:

        Capisci che hai appena citato capolavori a cui i titoli più recenti non possono neanche allacciare le scarpe? 😛

        Piace a 1 persona

      • Sam Simon ha detto:

        Se ci penso razionalmente lo so, e sono quelli i suoi film che riguardo di più! Però a Cameron gli voglio bene, mi riesce difficile parlarne male! :–)

        Piace a 1 persona

  2. Willy l'Orbo ha detto:

    Per carità belle ma a livello action figures resto più legato a He Man e Tartarughe Ninja. Per il potere di Greyskull! Cowuabunga! 😂😃😂🤣

    Piace a 1 persona

  3. Cassidy ha detto:

    Non ho seguito quasi nulla sull’uscita di questo nuovo film, ho capito che sarà il “vero” terzo capitolo, ma mi pare di capire che Cameron si sia già giocato nuovamente l’idea del T-800 invecchiato di “Giiiiiienesys” per far lavorare ancora Arnold. Non ho buone “vibrazioni” che provengono da questo seguito. Cheers!

    Piace a 1 persona

  4. Giuseppe ha detto:

    Le action figures sono rassomiglianti in maniera impressionante, e non c’è da stupirsi essendoci di mezzo la NECA. Il fatto è che abbiamo ottime probabilità che sia impressionante (sono ironico assai) pure il film…
    P.S. Beh, con The Abyss e T2 James ha dimostrato di saper coniugare alti budget e idee eccellenti (vale pure per l’incompreso True Lies) 😉
    Riguardo ad Avatar, sul quale peraltro condivido il parere di Sam, il fatto è che un decennio fa molti -me compreso- dovevano averlo considerato il suo atteso ritorno in grande stile al cinema sci-fi e non l’unico tema di cui in pratica si sarebbe davvero occupato negli anni a venire (fermo restando che da buon cameroniano i sequel li aspetto)…

    Piace a 1 persona

    • Lucius Etruscus ha detto:

      L’ossessione per gli effetti speciali invasivi mi aveva fortemente scoraggiato rispetto ad Avatar, che infatti mi sono rifiutato di vedere per anni. Alla fine, mentre lo vedevo la bocca (ed altre cose) mi cadevano sempre più in basso: era “FernGully” (1992) arricchito con elementi copiati da “Aliens” (1986), chiaro segno che Jim voleva “migliorare” qualcosa che all’epoca non aveva i soldi per fare. (Meglio, perché le apparecchiature di Aliens migliorate non valgono molto.)
      Tra favola ecologica col solito umano che va nel mondo di fantasia e si innamora della tipa locale – va bene che FernGully era sempre Fox, ma almeno cambiare qualcosa, perdiana… – e decide di salvare quel mondo dai cattivi costruttori o militari che siano, con tanto di scontro finale da Alien Queen/Pantera e Powerloader… No, non c’è un solo singolo aspetto di “Avatar” che posso salvare, se non apprezzarne le citazioni aliene come le apprezzo in tutti i film “omaggianti”.
      Non era meglio il Carnosaur di Corman contro il Powerloader, nella stessa scena omaggiante? 😛

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.