Il pianeta delle scimmie: la serie TV (1974)

Planet_Apes_TVPensavamo tutti che quel 1973 fosse stata la fine dell’ormai imbarazzante saga de Il pianeta delle scimmie: un grande film e quattro ridicoli sequel sembravano aver detto tutto ciò che si poteva dire, in un numero estremamente esiguo di anni. 5 film in 5 anni, perfect score.
Invece i macachi della 20th Century Fox Television in collaborazione con la CBS decidono di andare là dove nessun scimpanzé è stato prima: in TV!

Lancillotto 008 (Lancelot Link)

Lancillotto 008 (Lancelot Link)

Ok, ok, non è vero ciò che ho detto, la TV all’epoca era in realtà terreno fertilissimo per le scimmie, perché dal 1970 tutto il mondo si lanciava in un unico prolungato mugugnìo: aumma-mma aumma-mma aumma-umma-maaaaa. Se non avete capito, siete più giovani di quanto credessi: erano infatti gli anni di Lancillotto 008 (Lancelot Link: Secret Chimp)…

Ecco arriva Lancillotto,
scimpa-zero-zero-otto,
con la formula segreta
della Coca e del biscotto.
(cito a memoria!)

Giovani all’ascolto, potete anche non credermi, ma gli agenti segreti scimmieschi – veri cuccioli di scimpanzé che masticavano mentre un attore li doppiava! – “spaccavano di brutto” in TV, anche quando vidi io la serie negli anni Ottanta.
La produzione ABC funzionava e la Fox dev’essersi detta: ehi, ma pure io c’ho le scimmie! E via, camionate di attori truccati da scimmia invasero il piccolo schermo con Il pianeta delle scimmie.

Per il potere di Charlton Heston!

Per il potere di Charlton Heston!

La serie di 14 episodi è andata in onda originariamente dal 13 settembre al 6 dicembre 1974, mentre le uniche tracce di un passaggio italiano – prima di quello di Canal Jimmy agli inizi del Duemila – risale al 14 settembre 1982: dopo un’estate in cui la RAI ha ripresentato i cinque film (maratona che vidi anch’io, alla tenera età di 8 anni), Montecarlo iniziò a trasmettere il telefilm scimmiesco, fino al 28 ottobre successivo. Insomma il 1982, fu un titanico anno scimmiesco!
Replicato sul canale locale Italia7, dal 23 dicembre 1989 al 24 luglio 1990, la serie ha avuto più passaggi di quanto immaginassi: tutti però su piccole reti locali quindi in realtà siamo sempre sul basso profilo.
La 20th Century Fox porta il telefilm in DVD italiano dal 14 giugno 2006.

Non ce l’ho fatta a vedere l’intera serie, è troppo datata sebbene perfettamente calata nelle serie fantastiche degli anni Settanta.
Ho visto solo il primo episodio e appena l’umano del futuro parla… si è capito che in questa serie la trama è davvero un aspetto trascurabile.

Ma gli astronauti del futuro sognano scimmie elettriche?

Ma gli astronauti del futuro sognano scimmie elettriche?

Non ci crederete, ma dopo Taylor del primo film e Brent del secondo, altri astronauti cadono per errore sulla Terra del futuro, che risulta più trafficata di una domenica pomeriggio all’Ikea. Metteteci un semaforo, co’ tutte ‘ste astronavi!

Il biondo Alan Virdon (Ron Harper) e il moro Pete Burke (James Naughton) sembrano appena usciti dalla contea di Hazzard, e da come guidano l’astronave ci manca solo che mettano la bandiera confederata sul tettuccio.

Sono astronauti e certamente non sono eroi,
ma scavezzacolli proprio come noi,
con le loro tutine da space cowboy
sono sempre in mezzo ai guai…
sul pianeta delle scimmie!

Sembra che io stia scherzando, ma l’atmosfera è davvero da Hazzard, solo che invece dello sceriffo panzone c’è lo scimmione!

ApesTV_AIn questo futuro gli umani non sono primitivi e muti come nei precedenti film, bensì semplici contadini e schiavi: non è che una serie TV poteva portare nelle case uomini ignudi come primitivi, eh?
Vestiti come straccioni, gli umani di questo futuro sono sottomessi alle scimmie, che dopo cinque film ormai hanno capito che nel passato erano gli uomini a governare il mondo e lo mettono pure nei libri di storia. Libri che servono ad Alan e Pete per capire di essere caduti sulla Terra del futuro.

Siamo sempre lì, la teocrazia delle scimmie è oscurantista e il generale Urko (Mark Lenard, il mitico papà di Spock in Star Trek!) vuole fare guerra a ogni cosa che si muova. Religiosi, politici, militari, scienziati, tutti chini davanti al dogma delle scimmie che governano il mondo.
L’unico ad avere la curiosità di saperne di più è il giovane Galen, interpretato da quel Roddy McDowall che è l’unico attore presente in tutti e cinque i film precedenti, prima come Cornelius poi come Caesar. La sua ipotetica autobiografia si chiamerebbe “La mia vita mascherato da scimmia”.

Il biondo, il moro e la scimmia (Roddy McDowall)

Il biondo, il moro e la scimmia (Roddy McDowall)

Questi sono i personaggi e la serie può iniziare, con i terrestri che cercano di riparare l’astronave per… boh, per andare dove? Mentre Galen li aiuta a… boh, a fare cosa?
Non ho assolutamente intenzione di vedermi gli altri episodi, mi basta testimoniare dell’esistenza di questa serie.

Siete pronti a fare cose e vedere gente?

Siete pronti a fare cose e vedere gente?

E ora, tutti in coro:

Una miniradio nasconderà
dentro una banana-na-na-nà!

L.

amazon

– Ultimi post simili:

Informazioni su Lucius Etruscus

Saggista, blogger, scrittore e lettore: cos'altro volete sapere di più? Mi trovate nei principali social forum (tranne facebook) e, se non vi basta, scrivetemi a lucius.etruscus@gmail.com
Questa voce è stata pubblicata in Scimmie e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

7 risposte a Il pianeta delle scimmie: la serie TV (1974)

  1. Cassidy ha detto:

    Solo 14 episodi? Mi pare di aver passato l’infanzia a guardare questa serie! 😉 Ma hai ragione, è stata replicata fino alla sfinimento… Per il resto ti voglio bene per esserti ricordato di Lancillotto 008 😀 Una miniradio nasconderà / dentro una banana-na-na-nà! :-)) Ti rispondo con questa perla: https://www.youtube.com/watch?v=YwWK9le2CD8

    Cheers! 😉

    Piace a 1 persona

  2. Giuseppe ha detto:

    Ecco, è esattamente così: facevano cose, vedevano gente (ricordo vagamente di un antro tecnologicamente avanzato, vestigia della precedente civiltà umana, distrutto – o autodistrutto – per non farlo cadere in mano ai gorilla. Un episodio con budget più alto, presumo, e anche l’unico) per tirare a riempire il minutaggio fino in fondo, ogni volta. ^_^ Tra le altre cose, essendo qua e là traditi dalle loro superiori conoscenze, i due venivano occasionalmente riconosciuti come astronauti: la realtà degli arrivi dallo spazio/tempo doveva già essere conosciuta e nascosta da un bel pezzo, quindi, in un apparente tentativo di rimanere in continuità con la saga. MOLTO apparente, visto che Virdon e Burke erano arrivati ben NOVE SECOLI prima di Taylor e Brent (ma qualche sceneggiatore che regolasse bene il conta-tempo della nave? No, eh?)!
    Con simili strafalcioni, è evidente quanto il disinteresse verso un serio sfruttamento commerciale della saga avesse raggiunto livelli da record (forse, si andò leggermente meglio solo nella successiva serie animata)… anche se qualcuno, di tanto in tanto, il fascino scimmiesco cerca di riportarlo ancora in auge, come – se non sbaglio – ha fatto l’IDW con il suo cross-over fumettistico fra l’equipaggio del Capitano Kirk e i nostri primati di fiducia.

    Piace a 1 persona

    • Lucius Etruscus ha detto:

      Sto raccogliendo informazioni proprio sull’incredibile ma longevo successo del mondo a fumetti di queste scimmie: in pratica la testata fumettistica “Planet of the Apes” esiste dagli anni ’70 ad oggi! Tempo fa ho presentato il crossover con il nuovo Kirk ma pensavo fosse una chicca, invece sono i fumetti di Star Trek ad essere una mosca bianca nello sviluppatissimo universo scimmiesco, di cui prima o poi dovrò parlare nei “Fumetti Etruschi” 😉
      Grazie per l’annotazione “temporale”: gli sceneggiatori sono davvero dei macachi 😀

      "Mi piace"

  3. Pingback: Planet of the Apes (2001) | Il Zinefilo

  4. Pingback: X-Files (5×15) Cavie (X-Lucius) | nonquelmarlowe

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.