Sand Sharks (2012) Ho scritto squalo sulla sabbia

Li abbiamo visti nuotare nel cemento e nella neve: perché mai dunque gli squali non potrebbero nuotare anche nella sabbia? Chiudo questa settimana dedicata a The Meg (2018) con un’altra buffanata di grana grossa: Sand Sharks.
Distribuito in patria americana nell’aprile 2012 è ancora inedito in Italia, ma è facile che farà capolino su qualche canale TV amante dei filmacci.

Classico tormentone estivo

Il regista Mark Atkins lo abbiamo incontrato nel suo “periodo Asylum“, quando cioè per la casa ha diretto il divertente Android Cop (2014) e il tristissimo Planet of the Sharks (2016), ma per fortuna precedentemente alla famigerata casa si divertiva a cazzeggiare con piccole case per prodotti più divertenti.
Per farlo si affida alla sicura sceneggiatura di Cameron Larson, autore del devastante Alligator X (2011).

Ah, questo spiega il titolo…

Come spiega il titolo ed illustra la copertina, ci sono gli squali che nuotano nella sabbia. Non provate a chiedervi perché, lo fanno e basta.
Siamo a White Sands Island – che non ho capito se esiste sul serio, visto che il nome indica una nota isola indonesiana e qui invece sono tutti americani – comunque non importa. C’è un isola e un “sognatore”, Jimmy Green (Corin Nemec), intrallazzone locale ben poco affidabile che coi soldi di papà sindaco (interpretato da uno che si chiama Edgar Allan Poe IV: sarà parente?) vuole realizzare l’affarone del secolo: ospitare un evento musicale che rientri nello spring break tanto amato dai beoti collegiali.

Questo festival sulla spiaggia sarà un taglio!

Già vi sento digrignare i denti: un evento che attirerà frotte di persone in una cittadina balneare quando alcuni incidenti indicano chiaramente la presenza di uno squalo? Esatto, è proprio il solito vecchio soggetto che viene ripetuto identico da Lo Squalo (1975) ad oggi: non importa che siano piraña o piovre giganti, l’idea di base è sempre la stessa identica.

Ripeto e confermo: qui non ci sono squali!

In questo caso non è certo la trama o la sceneggiatura il forte del film, anzi, bensì la voglia di cazzeggiare con mezzi di fortuna, con Angus (Robert Pike Daniel) che si cala nel ruolo del vecchio cacciatore rude ma che in fondo è più minchione degli altri.

Angus, ma sei sicuro che questo piano funzionerà?

La sua idea? Riunire gli squali in un punto della spiaggia cosparso di benzina, e poi inondare di fuoco. La sabbia diventa vetro e i pescioni finiscono “in vetrina”. Geniale, no? La Asylum dei tempi d’oro sarebbe impazzita per l’idea…

La meglio scienziata di White Sands Island

Cialtronesco e dilettantesco ma divertente: un classico film da spiaggia.

L.

– Ultimi post simili:

Informazioni su Lucius Etruscus

Saggista, blogger, scrittore e lettore: cos'altro volete sapere di più? Mi trovate nei principali social forum (tranne facebook) e, se non vi basta, scrivetemi a lucius.etruscus@gmail.com
Questa voce è stata pubblicata in Squali. Contrassegna il permalink.

31 risposte a Sand Sharks (2012) Ho scritto squalo sulla sabbia

  1. Zio Portillo ha detto:

    La trama non c’è, gli attori sono parenti dei produttori, gli effetti speciali sono fatti con una App del cellulare, la scienziata gnocca non è nemmeno così gnocca, l’attinenza alla realtà non cercatela nemmeno, il regista è uno scappato di casa e gli sceneggiatori sono quattro tossici che sparlano strafatti. Ma nonostante tutto il film (secondo il post) fa il suo onestissimo dovere: intrattenere. Costo totale della pellicola? A naso siamo dalle parti della poverata totale.

    Beccati questa Warner!

    Piace a 1 persona

  2. Willy l'Orbo ha detto:

    Non devi trattare questi film quando sto per andare in spiaggia. Avrò il terrore tutto il giorno…o forse no? 🤔😅

    Piace a 1 persona

  3. nik96 ha detto:

    veramente Alligator X è del 2011 e poi questo film potrebbe trasmetterlo Cielo.

    Piace a 1 persona

  4. Cassidy ha detto:

    La sabbia nel costume potrebbe essere l’ultimo dei problemi 😉 La locandina si lascia guardare e a quanto pare, come divertimento anche il film, ora siamo decisamente pronti per “The Meg”. Cheers!

    Piace a 1 persona

  5. Vincenzo ha detto:

    Maddai non sanno più dove ficcarli sti squali😂😂
    Pensavo di aver visto tutto con gli squali in mezzo al tornado di sharknado, ma questa tua serie di post mi dimostra quanto spazio ci sia ancora per il trash squalesco…😂😂

    Piace a 1 persona

  6. Conte Gracula ha detto:

    Non so se basti un po’ di “benza” per vetrificare una spiaggia, di certo hanno vetrificato il cervello dei personaggi 😛
    Prossimamente: squali puntiformi dalla prima dimensione. Non li vedrai mai arrivare…

    Piace a 1 persona

  7. Pietro Sabatelli ha detto:

    Ma lo noto solo io o le locandine sono identiche a quello precedente e quello prima ancora?

    Piace a 1 persona

  8. Giuseppe ha detto:

    A questo punto io suggerirei pure un bel “Shit Sharks”, con gli squali che nuotano nella… 😛

    Piace a 2 people

  9. Cerchidifumo ha detto:

    Dopo ai piccioni assassini stavo pensando che il top potrebbero essere degli squali spaziali.

    Piace a 1 persona

    • Lucius Etruscus ha detto:

      Ahahah scherza scherza, quando poi il film uscirà davvero voglio vedere che dirai 😀

      Piace a 1 persona

      • Array ha detto:

        Ma in qualche Sharknado non c’era una scena con squali e astronauti?

        Piace a 1 persona

      • Lucius Etruscus ha detto:

        Sì, uno dei film va pure sulla Luna, se non sbaglio. Un giorno dovrò trattarli, ma per ora il mare è pieno di squali molto meno noti 😉

        Piace a 1 persona

      • Cerchidifumo ha detto:

        a si…tipo quello horror italiano che è uscito adesso “the end?” , in pratica avevo scritto una sceneggiatura con lo stesso soggetto (uno intrappolato in un ascensore durante un’apocalisse zombie) e mi hanno bruciato sui tempi.

        Piace a 1 persona

      • Cerchidifumo ha detto:

        Tra l’altro ieri sera ho visto il film (noleggiato) “the wicked gift”, di un certo D’antona. Son rimasta sconvolta in negativo: io capisco che è un giovane esordiente al primo film, che però in definitiva si è autoprodotto…però cazzo, il tipo ha fatto regista, attore principale, montaggio e sceneggiatura. è una merda apocalittica e giornali tipo Nocturno ancora ne parlano bene. Ma che si fuma la gente? Quando alla fine conosco registi mooolto più bravi del settore indipendente che non si incula nessuno. In Italia il mondo della cinematografia è una merda, si va avanti per conoscenza e i registi sono spesso “figli di”. Lunedì cominciato con risveglio decisamente pessimo. (Per capirsi Mario è stato distribuito in America col suo primo corto fanta-horror e qui in Italia non se l’è filato quasi nessuno…adesso vediamo col prossimo lavoro che butteremo fuori che fine farà)

        Piace a 1 persona

      • Lucius Etruscus ha detto:

        Con me sfondi una porta aperta: quando “Nocturno” e simili lodano un film, gli sto subito ben lontano, perché usano parametri che proprio non riesco a capire né tanto meno a condividere 😛
        Un grandissimo in bocca al lupo per il corto in America e mi sa che lì avrà parecchie più possibilità che in questa terra italica arida 😉

        Piace a 1 persona

  10. Pingback: Super Shark (2011) | Il Zinefilo

  11. Pingback: [Asylum] Evil Eyes (2004) Baldwin vs Udo Kier | Il Zinefilo

  12. nicholas ha detto:

    speriamo che quest’estate il Canale Cielo trasmetterà questo film se lo farà ti farò sapere

    "Mi piace"

  13. nicholas ha detto:

    chissà se quest’estate Cielo trasmetterà questo film io spero di si visto che continua a trasmettere sempre gli stessi film che mi hanno un po stufato.

    Piace a 1 persona

  14. Pingback: Alien Origin (2012) | 30 anni di ALIENS

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.