Lake Placid 4 (2012) Capitolo finale

Lake Placid 4Coccodrillo che vince che non si cambia. Era così il proverbio?
La terrificante UFO (Unified Film Organization) nella sua missione – riempire il mondo di filmacci – decide di continuare a sfruttare il filone coccodrilloso, avendo sotto le mani ancora David Reed: non è che ci sia così tanta richiesta di sceneggiature, per lui, quindi continua a firmare copioni per serie TV come Battlestar Galactica e Supernatural, in attesa di chiamate migliori.

Ancora tu? Ma non dovevamo vederci più?

Ancora tu? Ma non dovevamo vederci più?

Alla regia troviamo Don Michael Paul, attore che ogni tanto gioca a sedersi sulla sedia da regista: ha cominciato a farlo ai tempi del Seagal di Infiltrato speciale (2002) e chi segue il blog già l’ha incontrato per due piccoli porno-war del 2014 come Jarhead 2 e Sniper 5.
Il risultato di questa spremuta di mediocrità è Lake Placid 4, uscito in patria il 29 settembre 2012 e arrivato in Italia per Sony Pictures il 5 marzo 2013.

Vado bene per il reparto "carne umana"?

Vado bene per il reparto “carne umana”?

Ormai ogni parvenza di buon gusto o anche solo dignità è totalmente persa: questo film è puro e semplice cazzeggio coi coccodrilli, che continuano a papparsi l’intera popolazione umana che vive ai bordi del lago senza che nessuno ne abbia sentore.
Ritroviamo la mitica Reba, la dura cacciatrice interpretata da Yancy Butler, che dev’essersi proprio divertita in Lake Placid 3 (2010) per tornare a vestire questi panni. Nel frattempo non ha imparato a tenere un fucile: sa solo usare le pistole, e forse glielo ha insegnato John Woo in Hard Target (1993).

Yancy Butler, l'unico motivo per vedere il film!

Yancy Butler, l’unico motivo per vedere il film!

Non vi basta? Volete un vecchio caratterista che gigioneggi con un personaggio totalmente ridicolo e sopra le righe? Be’, vi accontento: ecco Robert Englund nel ruolo dell’insopportabile bracconiere di frodo Jim Bickerman. L’avete riconosciuto il cognome? Esatto: è parente («il cugino pazzo») delle arzille vecchiette che hanno cresciuto i coccodrilloni nei primi due film.

A rega', pure io devo lavora'...

A rega’, pure io devo lavora’…

La sceriffa Giove (Elisabeth Röhm) è la classica bionda stronza che se la comanda, quindi per tutto il film sono parecchi i siparietti in cui si scontra con l’ex cacciatrice Reba.
Intanto la solita scuola organizza la solita gita sul lago in cui moriranno tutti gli studenti, mangiati uno alla volta senza alcun problema dai coccodrilloni.
Finiti gli stupidi giovani, gli stupidi adulti cominciano a girare di qua e di là facendo finta ci sia una sceneggiatura dietro tutto: poveri ingenui!

L'insopportabile sceriffa Giove (Elisabeth Röhm)

L’insopportabile sceriffa Giove (Elisabeth Röhm)

A parte qualche siparietto con la mitica Butler, non c’è davvero nulla da vedere in questo quarto episodio. Niente sesso, niente umorismo, niente scene esilaranti: solo tanta cialtroneria. I coccodrilli sbucano ovunque, saranno a centinaia, quindi ogni soluzione adottata dai protagonisti risulta davvero ridicola.

Questo sì che è arredare con il tocco femminile!

Questo sì che è arredare con il tocco femminile!

Possibile siano ancora i figli di quelli del primo film? Ma cosa mangiano per divantare così grandi? Non si sa, e in effetti è ridicolo chiederselo…
La tetralogia di Lake Placid potrebbe essere finita qui… ma lo sapete tutti che così non è: a lunedì prossimo!

L.

amazon

– Ultimi post simili:

Informazioni su Lucius Etruscus

Saggista, blogger, scrittore e lettore: cos'altro volete sapere di più? Mi trovate nei principali social forum (tranne facebook) e, se non vi basta, scrivetemi a lucius.etruscus@gmail.com
Questa voce è stata pubblicata in Coccodrilli e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

18 risposte a Lake Placid 4 (2012) Capitolo finale

  1. Cassidy ha detto:

    Confesso di averlo visto solo per la presenza di Robert Englud e di Yancy Butler 🙂 Fa sempre ridere quando applicano il lapidario “Capitolo finale” e poi sfornano un altro sequel 😉 Cheers!

    Piace a 2 people

  2. Denis ha detto:

    England me lo ricordo maciullato nel divertente Hatchet,a proposito di Hard Target ,sabato ho visto un’ottimo Van Damme (con dei capelli assurdi e nella parte del cattivo),divertito e non zombie come nei filmacci che ha fatto,il film si chiama Enimies Countries ,in pratica un’action anni ’80 pieno di one liner ,ma diretto dal grande vecchio Peter Hyams.

    Piace a 2 people

  3. Pingback: Jarhead 2 – Field of Fire (2014) | Il Zinefilo

  4. Pingback: Lake Placid vs Anaconda (2015) | Il Zinefilo

  5. Pingback: Python – Spirali di paura (2000) | Il Zinefilo

  6. Pingback: Sniper 6 (2016) Nemico fantasma | Il Zinefilo

  7. nicholas ha detto:

    decisamente meglio del 3 come filmaccio

    Piace a 1 persona

  8. Pingback: Jet Stream (2013) L’aria che uccide | Il Zinefilo

  9. Pingback: Super Eruption (2011) Vulcano nel tempo | Il Zinefilo

  10. nik96 ha detto:

    se devo inviarti una email se non sbaglio devo inviarla a Lucio giusto

    Piace a 1 persona

  11. nik96 ha detto:

    va bene anche volevo suggerirti di mettere il film Planet Of The Sharks o Ice Sharks della Asylum

    Piace a 1 persona

  12. Pingback: Death Race 4 (2018) Beyond Anarchy | Il Zinefilo

  13. Pingback: Scorpion King 5 (2018) Il Libro delle Anime | Il Zinefilo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.