Hydra (2009) L’isola del mistero

hydraTalmente è stato il raccapriccio della Gran Bretagna per il film Parasite (2004), che ha preso il regista Andrew Prendergast e gli ha dato un calcione nel sedere così forte da farlo arrivare fino in America. Con grande onestà intellettuale Prendergast è andato a bussare alla casa di produzione CineTelFilms dicendo: «Voi producete filmacci, io dirigo filmacci… perché non lavoriamo insieme?»
Capito al primo colpo d’occhio la totale mancanza di talento del regista, la casa gli affida subito la regia di un film di serie Z: Hydra, girato nel 2008 e andato in onda su Sci-Fi Channel (oggi Syfy) il 22 febbraio 2009.
Resasi conto della qualità abominevole del prodotto, la blasonata Eagle Pictures porta con gioia in Italia il film in DVD il 7 aprile 2010, affibbiandogli il titolo L’isola del mistero (Hydra) e curando un cartonato niente male, con effetti tridimensionali: quanta inutile cura per un prodotto di così infima qualità…

Siam tre piccole Hydra...

Siam tre piccole Hydra…

Lo sceneggiatore Peter Sullivan è specializzato in film televisivi e per l’occasione cede alla tentazione di scopiazzare due precedenti filmacci. Dal film Boa vs Python (2004) attinge l’idea dei ricconi con la passione per la caccia illegale, mentre da SnakeMan (2005) prende di peso il mostrone, l’Hydra della mitologia greca, probabilmente rubando il file direttamente dal PC della Nu Image. Nel tentativo di mettere insieme due buffonate ne esce fuori una al quadrato: una caccia all’uomo in un’isola… abitata dall’Hydra!

Mai nessun ci dividerà...

Mai nessun ci dividerà…

Tanto per rimanere in tema di scopiazzature, il compositore Gregory Tripi ripropone identico il tema sonoro scritto da Chuck Cirino per Komodo vs Cobra (2005): va bene che è della stessa casa di produzione, ma usare la stessa identica colonna sonora senza citare il compositore è davvero una furbata di bassa lega.

«Hail, Hydra!» (cit.)

«Hail, Hydra!» (cit.)

Ma veniamo a ’sta buffonata.
Sin dagli anni Venti, dal racconto The Most Dangerous Game di Richard Connell, tutti sanno che non appena un ricco ne abbia i mezzi mette in piedi una caccia alla preda più pericolosa: l’uomo. Poi però nel 1986 il film I cacciatori della notte di Sam Firstenberg ha aggiunto un tassello al genere “Hounds of Zaroff“: il riccone ora organizza una battuta di caccia ma sono altri ricchi a parteciparvi. (Il clone Senza tregua del 1993 con Van Damme ripete e sottolinea la trovata.)

Caccia, forza, caccia cacciatore: caccia e non ti fermare...

Caccia, forza, caccia cacciatore: caccia e non ti fermare…

Poi arriva il citato Boa vs Python del 2004 e il gioco si allarga: il riccone organizza la caccia dove altri ricconi danno la caccia a una bestiaccia che dà la caccia a degli uomini. E così arriviamo a un gruppo di varia umanità che si sveglia nella stiva della nave che apre il film Hydra: presto capiranno che sono prede da abbandonare su un’isola così che dei ricconi possano dare loro la caccia… Non sapendo però che sull’isola già c’è un fenomenale cacciatore, cioè la mitologica Hydra. (Che non si sa che accidenti ci faccia lì, visto che l’ultima volta l’abbiamo incontrata in Amazzonia!)

Non importa che tu sia riccone, vittima o bestiaccia: è meglio che inizi a correre...

Non importa che tu sia riccone, vittima o bestiaccia: è meglio che inizi a correre…

L’isola, manco a farlo apposta, in antichità è stata abitata da dèi vari, tanto che ci sono ancora rovine di templi in loro onore, e uno di loro s’è pure scordato lì la spadona del potere: chi la brandirà, avrà l’onore di vivere il momento più ridicolo del film.

Antiche statue votate al Dio della Pessima Sceneggiatura

Antiche statue votate al Dio della Pessima Sceneggiatura

Di luogo comune in banalità, di banalità in luogo comune, il film procede ridicolo e noioso fino al conato, ovvio fino alle lacrime e fatto così male da far rimpiangere le sane bojate della Asylum!

Come si sconfigge l'Hydra? Con lo spadone del potere: ovvio, no?

Come si sconfigge l’Hydra? Con lo spadone del potere: ovvio, no?

Si ride un po’ giusto nelle scene girate in mare, dove la nave dei ricconi viene assalita dai sopravvissuti alla mattanza dell’isola: è così chiaro che è un fondale posticcio – girato tutto al Museo Marittimo S.S. Victory Lane di Long Beach (California) – che ci si spancia dal ridere e ci si tira un po’ su, dopo un filmaccio diarroico.
Ah, chiudo ricordando che il riccone cattivo progetta di organizzare la prossima caccia… in Sardegna!

L.

amazon

– Altri post sugli “Hounds of Zaroff”:

– Ultimi post sulle bestiacce:

Informazioni su Lucius Etruscus

Saggista, blogger, scrittore e lettore: cos'altro volete sapere di più? Mi trovate nei principali social forum (tranne facebook) e, se non vi basta, scrivetemi a lucius.etruscus@gmail.com
Questa voce è stata pubblicata in Bestiacce e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

19 risposte a Hydra (2009) L’isola del mistero

  1. Cassidy ha detto:

    “Caccia, forza, caccia cacciatore: caccia e non ti fermare…”
    Lunghi giorni in Sardegna, poche bestie a cui sparare.

    Adesso voglio il seguito con il cacciatore panzone a caccia di mamuthones 😉 Cheers!

    Piace a 2 people

  2. benez256 ha detto:

    Una bella Hydra in Sardegna tra nuraghi e pane carasau non sarebbe male…

    Piace a 2 people

  3. Giuseppe ha detto:

    Caccia, forza, caccia cacciatore: caccia e non ti fermare
    ma quando l’Hydra avrai davanti
    o spari in fretta o non potrai scappare
    ti credi furbo ma sei uno come tanti
    nel senso che sei un gran coglione
    ti credi più al sicuro là in Sardegna
    ma al posto dell’Hydra ci trovi lo Scultone 😉

    Piace a 1 persona

  4. Pingback: I Spit on Your Grave 3 (2015) Vengeance is Mine | Il Zinefilo

  5. Pingback: Supreme Champion (2010) | Il Zinefilo

  6. nicholas ha detto:

    la colonna sonoro è simile a quelle del film Komodo vs Cobra

    Piace a 1 persona

  7. nik96 ha detto:

    da mercoledi su Cielo inizia il ciclo Monster Night e per primo andra in onda questo film.

    Piace a 1 persona

  8. Pingback: Global Meltdown (2017) Survaivalisti Uniti | Il Zinefilo

  9. Pingback: Children of the Corn 8 (2009) Campi insanguinati | Il Zinefilo

  10. kuku ha detto:

    Aargh il ciclo monster night prevede proprio l’hydra stasera. Ma che sfortuna, mi si sono rotti i tasti del telecomando che corrispondono al canale cielo e quindi non riesco a sintonizzarmi….
    Comunque daje con sta caccia di ricconi

    Piace a 1 persona

  11. nicholas ha detto:

    hai ragione sulla colonna sonora è uguale a quella di Komodo Vs. Cobra ed è stata pure utilizzata per qualche scena di Dinocroc Vs. Supergator non so perche l’hanno fatto forse per un inutile omaggio senza senso tu che ne pensi.

    Piace a 1 persona

  12. Pingback: The Courier (2019) Pista! Che Olga pista! | Il Zinefilo

  13. Pingback: Un marito per Natale (2016) Tris d’assi per la Z | Il Zinefilo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.